Docente urbinate erede di Berlusconi?

di 

9 novembre 2012

URBINO – Gianpiero Samorì, docente universitario nell’ateneo “Carlo Bo”, potrebbe essere il nome nuovo del Pdl o comunque del partito che ha in mente di rifondare, o fondare, Silvio Berlusconi.

Gianpiero Samorì (foto tratta dal web)

Gianpiero Samorì (foto tratta dal web)

Non è sicuramente un nome famoso, ma chi è iscritto alla facoltà di giurisprudenza dell’ateneo ducale non può non conoscerlo. Ed è molto conosciuto nel mondo del credito e delle assicurazioni, perché – come racconta lui stesso a La Repubblica, che pubblica l’intervista a pagina 4 dell’edizione odierna – “ho creato e venduto due banche, un’assicurazione”.

Secondo il quotidiano fondato da Eugenio Scalfari, Samorì è finito ne mirino della nomenclatura del Pdl perché “è il nome nuovo sponsorizzato dal Cavaliere”. Il professore non lo nega, spiegando di avere deciso di dare il suo contributo, dopo avere fatto molto nella sua vita professionale. E spiega di essere avvocato e professore di Diritto commerciale avanzato. E aggiunge di avere condotto con un certo successo attività imprenditoriali. Le due banche, l’assicurazione. Ma a domanda risponde di non aver certo i soldi di Berlusconi, anche se vive bene e non dipende da nessuno, tanto meno dalle banche o da altri finanziatori. E conclude di essere nato e cresciuto molto povero, ma avendo avuto tanto dalla vita gli sembra giusto di fare qualcosa “per il mio Paese”.

Il professor Gianpiero Samorì è nato a Montese, in provincia di Modena, il 25 maggio 1957. Il suo curriculum vitae racconta che ha fondato e gestito la Banca di Modena e la Banca Modenese. Aereo privato, yacht, grande appassionato del mondo finanziario, dopo essersi laureato con lode all’Università di Bologna, ad avvicinarlo alla politica e a Berlusconi sarebbe stato Marcello Dell’Utri.

Oggi quasi tutti i siti internet dei più importanti organi d’informazione si occupano di lui, docente a Urbino. In ogni caso, per la “Carlo Bo” è una pubblicità gratuita. Appresa la notizia, non pochi si sono augurato che Samorì, stimato professore, continui a insegnare e non vada a Palazzo Chigi.

Un commento to “Docente urbinate erede di Berlusconi?”

  1. cosimo lombardi scrive:

    Mio esaminatore, insieme al titolare, prof. Montanari ( o Montanaro), a procedura civile.
    Era giovanissimo, poco più che 30enne.
    Serviva a sfoltire la lista d’esami.
    Infatti, se chiamava lui nessuno si presentava.
    Io mi feci avanti.
    Esame tranquillo, domande chiare. Obiezioni argomentate. Passato!!!
    Sono trascorsi molti anni.
    Ahinoi!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>