Il Pd fanese chiede conto della situazione dei cimiteri

di 

9 novembre 2012

Partito Democratico

FANO – Il gruppo consiliare del Pd presenta un’interrogazione sulla situazione cimiteriale del Comune di Fano. Rosetta Fulvi, Cristian Fanesi, Renato Claudio Minardi, Francesco Aiudi, Oretta Ciancamerla e Francesco Torriani chiedono conto a presidente del consiglio e sindaco di varie situazioni in essere.

Ecco il testo dell’interrogazione:

Al Presidente del Consiglio Comunale di Fano
Al Sindaco del Comune di Fano

Oggetto: Interrogazione sulla situazione cimiteriale del Comune di Fano.

I sottoscritti Consiglieri Comunali del Partito Democratico di Fano preso atto che:

in occasione delle feste di Ognissanti dei cittadini hanno lamentato, con non poca disperazione, il mancato impegno da parte dell’Amministrazione comunale in merito alla realizzazione delle riquadrature e del cippo in marmo nelle fosse dei campi di inumazione, nonostante che al momento dell’inumazione della salma la famiglia avesse provveduto a pagare anticipatamente (anche da oltre un anno);

in merito a quanto sopra l’Assessore delegato ha ammesso la grave mancanza attribuendo tutta la responsabilità al patto di stabilità;

il cimitero dell’Ulivo è terminato nell’anno 1992; le estumulazioni si possono eseguire dopo 35 anni; sono rimasti disponibili ad oggi circa 150 loculi quasi tutti monofila e posizionati in basso, quindi poco richiesti e non graditi ai familiari;

al cimitero Centrale sono rimasti disponibili solo i loculi al piano interrato che presentano barriere architettoniche tali da rendere difficile l’accesso e la fruizione in particolare di anziani e dei cittadini disabili, con il conseguente rifiuto all’acquisto di tali loculi;

l’unico intervento di realizzazione di un padiglione a destinazione loculi è stato fatto nel cimitero di Rosciano;

i loculi del cimitero di Rosciano si stanno vendendo e la domanda risulta essere nettamente superiore all’offerta disponibile;

Interpellano il Sindaco e la Giunta per conoscere

perché non si è provveduto ad effettuare le riquadrature in marmo;

perché non si sono previsti il lavori promessi (riquadrature), accantonando parte della somma pagata dalle famiglie in capitolo di spesa appositamente dedicato;

cosa intende mettere in campo l’Amministrazione Comunale per ovviare alle problematiche in premessa visto che tra progetto, appalto e realizzazione di un qualsiasi ampliamento occorrono almeno due anni;

Il motivo per cui non si è proceduto ad ampliare il cimitero dell’Ulivo;

la situazione dei cimiteri rurali di Sant’Andrea in Villis, Carignano, Camminate, Ferretto, Roncosanbaccio;

se corrisponde al vero il fatto che si sta procedendo all’ampliamento del cimitero di Rosciano in Project Financing;

nell’eventualità di cui sopra quali sono le motivazioni della scelta del Project Financing per la tipologia di lavoro “cimiteri” e perché l’Amministrazione Comunale preferisce affidare al privato tale situazione visto che la realizzazione e gestione di parte pubblica dei cimiteri ha sempre portato ingenti risorse economiche nelle casse comunali, determinanti per investire nei servizi cimiteriali e per sostenere i servizi dedicati ai cittadini;

a che punto è il progetto del servizio pubblico cimiteriale di cremazione;

qual è soggetto che attualmente detiene la disponibilità della struttura piramidale ad uso uffici e magazzini sita al cimitero dell’Ulivo;

in base alla Delibera di Consiglio n. 123 del 20/04/2009 che recita al punto 4 “di assegnare, a tal fine, ad ASET Holding spa un contributo, in conto esercizio, di euro 32.627,00 per 20 (venti) anni a decorrere dal bilancio 2010; di provvedere pertanto alla relativa variazione del bilancio triennale 2009-2010…………………traferimenti in conto capitale ad ASET Holding spa per la realizzazione dell’impianto di cremazione………………..” come sono state utilizzate e/o impegnate tali risorse;

se corrisponde al vero la volontà dell’Amministrazione comunale di portare l’edilizia cimiteriale e i servizi cimiteriali (vendita loculi) sotto il Comando dei Vigili Urbani;

se non considera l’eventuale scelta di cui sopra alquanto originale, incomprensibile e al di fuori di ogni logica.

Fano, 03/11/2012

I Consiglieri Comunali
Rosetta Fulvi
Cristian Fanesi
Renato Claudio Minardi
Francesco Aiudi
Oretta Ciancamerla
Francesco Torriani

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>