Muse in concerto, tutto esaurito all’Adriatic Arena

di 

12 novembre 2012

PESARO – Mancano pochi giorni al concerto dei Muse all’Adriatic Arena di Pesaro. La rock band inglese arriverà nella nostra città in occasione del tour mondiale che accompagna l’uscita del suo sesto album in studio, “The 2nd Law”, uscito il 1° ottobre.

A Pesaro (nonostante i biglietti da 45 euro siano stati da tempo esauriti) si preannuncia un’invasione di amanti e replicanti di Bellamy e compagni che, vale la pena sottolinearlo, non rappresentano solo una moda riconducibile a Twilight ma, dal punto di vista tecnico, incarnano  da anni un livello altissimo di creatività.

 

I Muse in un concerto. Anche agli Ema il leader della band ha sfoggiato degli occhiali al plasma ultratecnologici

Matthew Bellamy, Chris Wolstenholme e Dominic Howard tornano a esibirsi in Italia, grazie a Vivo Concerti, dopo il mega show a San Siro del 2010, e questa volta faranno tappa a Bologna (il 16 novembre, all’Unipol Arena) e a Pesaro (sabato 17).

 

Trovare i biglietti sembra davvero una missione impossibile, dato che entrambe le date sono già sold out e certamente chi se li è già assicurati ha speso bene i suoi soldi perché il gruppo è uno dei più energici e coinvolgenti quando si tratta di esibirsi dal vivo.

 

Recentemente Matthew Bellamy ha dichiarato all’emittente americana CBS che questo tour, che partirà il 16 ottobre in Francia con la data di Montpellier tutta esaurita, è da considerarsi la loro versione del tour “The Wall” dei Pink Floyd (del 1980), per cui ad accompagnare la loro musica ci saranno una scenografia imponente e luci ed effetti spettacolari.

 

I Muse nascono, come spesso accade, durante gli anni scolastici dei tre musicisti (siamo nei primi anni Novanta) che poi abbandonarono gli studi universitari per dedicarsi completamente alla loro musica, che è stata e continua ad essere influenzata dall’elettronica, dal progressive rock ma anche dalla musica sinfonica; partiti come band indipendente sono diventati uno dei gruppi più noti e amati del mondo, vincitori di numerosi premi (soprattutto grazie alle performance live) tra cui un Grammy nel 2011 per il miglior album rock, “The Resistance”, numerosi Mtv Europe Music Awards ed NME Awards (i premi conferiti da una delle più autorevoli riviste di musica), due Brit Awards e molti altri e la loro musica è spesso utilizzata come colonna sonora di film e pubblicità di grandi marchi, soprattutto di moda.

Stephenie Meyer, la scrittrice dell’amatissima saga di “Twilight”, ha più volte dichiarato che la musica dei Muse è stata fonte d’ispirazione durante la stesura dei suoi fortunati romanzi e la band ha prestato le sue canzoni ai film della serie, scrivendo il pezzo di successo “Neutron Star Collision (Love is Forever)” appositamente per uno dei capitoli della saga, “Eclipse”. In occasione delle Olimpiadi di Londra dell’estate scorsa al gruppo è stato chiesto di comporre la colonna sonora dei giochi, “Survival”.

Insomma, se pensate di non aver mai sentito una canzone dei Muse… vi sbagliate ed è molto probabile che nelle ultime settimane abbiate ascoltato “Madness”, l’ultimo bellissimo singolo estratto dall’album, semplicemente accendendo la radio.

n.m.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>