Anche nelle scuole è… BenvenDuto

di 

16 novembre 2012

BenvenDuto

PESARO – Anche nelle scuole c’è BenvenDuto. Nell’abito dell’iniziativa voluta da Confesercenti, in collaborazione con la Camera di commercio, per promuovere il piccolo negozio – luogo accogliente dove tra commerciante e cliente si instaura un rapporto di professionalità e fiducia reciproca – è in rampa di lancio un concorso fotografico che coinvolgerà gli studenti del liceo artistico Mengaroni di Pesaro, del liceo artistico scuola del Libro di Urbino e del liceo artistico Apolloni di Fano. “Gli studenti – ha spiegato Roberto Borgiani, direttore provinciale di Confesercenti, all’atto della presentazione della campagna – saranno chiamati a tradurre in immagini il ruolo anche sociale del negozio di vicinato oltre al valore intrinseco che quest’ultimo rappresenta a livello personale per ciascuno di loro e per la collettività. La raccolta del materiale fotografico da parte delle scuole inizierà a gennaio 2013 e terminerà il 30 aprile 2013. Le foto in concorso saranno votate da una giuria di esperti del settore, giornalisti e autorità e quelle più interessanti diventeranno le protagoniste della prossima campagna stampa promossa da Confesercenti a favore della valorizzazione dei negozi di vicinato. I vincitori saranno premiati con buoni per l’acquisto di libri o supporti multimediali e con un riconoscimento in denaro a favore della scuola di appartenenza”.

Un’iniziativa lodevole, che si aggiunge a quelle già partite che coinvolgono tutti gli operatori commerciali, chiamati con BenvenDuto a divenire essi stessi testimonial inviando alla mail info@confesercentipu.it una foto ad alta risoluzione che Confesercenti tramuterà in locandina stampata senza alcun costo aggiuntivo.

A proposito della campagna tesa alla valorizzazione del piccolo negozio, quello che trasuda storie e racconti di fatti e di persone, Alberto Drudi, presidente della Camera di commercio, ha detto: “BenvenDuto si inserisce all’interno di un processo di grandi cambiamenti. Il manufatturiero non è più l’obiettivo: le imprese chiudono. Le imprese che nascono aumentano i servizi, puntando sulla qualità del prodotto. I centri commerciali avranno dei problemi perché la gente ricerca sempre più la qualità, anche nel campo alimentare”.

Bianca Maria Pia Marrè, preside dell’istituto d’arte di Urbino, è entusiasta del coinvolgimento delle scuole: “Aderiamo volentieri a BenvenDuto perché si tratta di un’iniziativa valida e attuale. I negozi sono sempre un punto di riferimento e la scuola ha individuato aspetti interessati come quello culturale, formativo (l’avvicinarsi dello studente al territorio, affrontando tematiche importanti come il servizio offerto e l’idea imprenditoriale), tecnico, di crescita professionale con una ricerca sperimentale della nostra scuola. Poi la volontà di inserirsi all’esterno, rispondendo alle esigenze del territorio in una prospettiva di lavoro o studio futuro dopo le scuole superiori”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>