Blitz alla stazione di Fano, quattro arresti

di 

17 novembre 2012

FANO – Proseguono i servizi di controllo del territorio da parte dei carabinieri della Compagnia di Fano, guidati dal cap. Cosimo Giovanni Petese, che l’altra sera, sono stati impegnati in numerose verifiche di polizia nei pressi della stazione ferroviaria di Fano, per la prevenzione e la repressione dei reati contro il patrimonio e lo spaccio di sostanze stupefacenti, nel quadro di iniziative volte a contrastare la microcriminalità. Ed è così che i militari della locale Stazione CC hanno fermato e perquisito due giovani, risultati poi essere due pericolosi pregiudicati albanesi, in Italia senza fissa dimora e dediti professionalmente alla commissione di furti in abitazione. I due pregiudicati sono stati trovati in possesso di refurtiva costituita da: un pregevole collier da donna in oro giallo del peso di circa 100 grammi, un anello da uomo con rubino, una catenina da uomo in oro giallo, un orologio marca Rolex in acciaio, modello “submariner”, e della somma denaro di 1.100 euro. I carabinieri del luogotenente Gabriele Bove hanno così accompagnato i due albanesi, di 22 e 21 anni, presso gli uffici del Comando procedendo al sequestro della refurtiva rinvenuta nella loro disponibilità, che si ritiene certamente proveniente da precedenti furti in abitazioni commessi nella zona di Fano, anche alla luce dei precedenti specifici di polizia esistenti, in particolare, a carico di uno dei due, resosi protagonista, in passato, di furti in abitazione anche nella zona di Bologna. I due albanesi sono stati così sottoposti a “fermo di indiziato di delitto” per il reato di “ricettazione in concorso tra loro” ed associati nel carcere di Pesaro a disposizione dell’A.G.. Sono ora in corso accertamenti per individuare i proprietari dei beni e valori sequestrati. Nell’ambito degli stessi controlli, i militari del Nucleo Operativo e radiomobile e della Stazione CC di San Costanzo hanno arrestato, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, un 37enne pregiudicato marocchino residente a Fano perché trovato in possesso, sempre nella zona della stazione ferroviaria, di alcuni grammi di hashish che deteneva per l’attività di spaccio. I successivi accertamenti eseguiti dai carabinieri del Mar. Mauro Amati hanno permesso di individuare nell’abitazione dello straniero complessivi gr. 900 circa di hashish suddivisi in cinque panetti del valore complessivo di 5.000 euro, un bilancino elettronico di precisione e materiale vario ritenuto funzionale all’attività di spaccio. Per il 37enne si sono aperte, quindi, le porte del carcere di Pesaro.

 

Carabinieri al lavoro

Altro arresto è stato eseguito dai militari del nucleo operativo e radiomobile e della Stazione CC di Pergola nella zona Sport Park di Fano. Questa volta le manette sono scattate ai polsi di un 39enne marocchino senza fissa dimora, in quanto colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dalla Procura della Repubblica di Pesaro, per “detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio”. L’arrestato è stato tradotto nel carcere di Pesaro. Infine, quattro denunce per “guida in stato di ebbrezza alcolica” sono state formulate nei confronti di altrettanti giovani della zona sorpresi alla guida delle rispettive autovetture in grave stato di alterazione psicofisica derivante dall’abuso di bevande alcoliche. Le patenti di guida dei quattro automobilisti sono state ritirate.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>