KGS Robur regina di rimonte da tie-break

di 

18 novembre 2012

ASYSTEL MC CARNAGHI – KGS ROBUR 2 – 3

 

VILLA CORTESE: Malagurski 2 (1/5, 20%; 1 errore, 2 muri subiti, 1 muro fatto), Viganò 5 (5/29; 2 errori, 5 muri subiti), Mojica 1 (1 battuta vincente), Nomikou ne, Klineman 2 (2/7, 29%, 1 errore), Folie 17 (13/25, 52%, 2 errori, 4 mf), Veljković 15 (13/22, 59%,1 e, 1 bv), Garzaro ne, Barun 18 (17/41, 41%, 3 e, 1 ms, 2 mf), Caterina Bosetti 14 (11/31, 35%, 1 ms, 2 mf), Parrocchiale (L: ricezioni 55, errori 3, positiva 65%, perfetta 42%), Rondon 3 (½, 50%, 1 mf, 1 bv). All. Caprara.

 

KGS ROBUR: Moreno Pino 28 (25/55, 45%, 5 e, 5 ms, 3 mf), Valpiani, Gibbemeyer 16 (11/20, 55%; 1 ms, 3 mf; 2 bv), De Gennaro (L: ricezioni 36, 58% positiva, 42% perfetta), Lestini ne, Manzano 3 (3/6, 50%), Chirichella 3 (2/9, 22%, 1 e, 1 mf), Dékány ne, Signorile 2 (2/4, 50 %), Tirozzi 14 (11/29, 38%; 2 e, 2 ms bv 2, 1 mf; 2 bv), Muresan 18 (16/40, 40%; 2 ms, 1 mf; 1 bv). All. Pistola.

ARBITRI: Florian e Longo

PARZIALI: 25-22; 25-19; 22-25; 19-25; 7-15 in 126 minuti.

NOTE: Mvp della partita Kenny Moreno Pino. Spettatori 1.053.

STATISTICHE SQUADRA:

VILLA CORTESE: Battute 98, errori 9, punti 4. Ricezioni 100, errori 8, positiva 62%, perfetta 37%. Attacchi 164, errori 11, muri 9, punti 63, 38%. Muri 10.

 

PESARO: Battute 106, errori 6, punti 5. Ricezioni 89, errori 6, positiva 61%, perfetta 43%. Attacchi 163, errori 10, muri 10, punti 70, 43%. Muri 9.

 

 

Pistola dà indicazioni alle sue ragazze

PESARO – Raccontano che le colibrì non sappiano cinguettare, anzi che emettano solo suoni rauchi. Invece urlano, oh se urlano. Ed è la seconda volta in quattro settimane, in cinque partite. E’ il secondo successo in trasferta, maturato anche in questo caso al tie-break, anche nell’occasione recuperando dallo 0 a 2. E’ un caso? Non crediamo. Non si espugnano per caso Modena e Villa Cortese, squadra diverse ma ugualmente competitive. Espertissima la prima, giovane, ricca di talento e con la panchina lunghissima la seconda. Se poi a Villa Cortese firmano Alix Klineman per tenerla in panchina a intristire, affari loro. Noi possiamo solo commentare che chi dispiace. Per Alix ovviamente.

 

 

La squadra di Pistola ha confermato la propria solidità, riuscendo a mantenersi in partita nonostante nei primi due set la squadra di casa abbia confermato le proprie doti: dopo il 6-11 iniziale, l’Asystel MC Carnaghi ha infatti condotto le danze sino a guadagnare un meritato vantaggio di due set.

Da lì in poi, come a Modena, è cominciata un’altra partita: le biancorosse, nelle quali Manzano ha sostituito con profitto Chirichella, che ha vissuto la prima serata difficile della sua bella avventura alla Robur, sono partite di gran carriera in tutti i set dominando a lungo salvo qualche distrazione nei finali (nel terzo, rimontate dal più 8 (13-21 al più 2 (22-24); nel quarto, dal 15-8 al 17-18, con il servizio di una delle ex, Rondon, a mettere in difficoltà la ricezione delle colibrì. Ma la risposta è stata altrettanto decisa: un 8 a 1 frutto delle battute insidiose di Lauren Gibbemeyer che si conferma, partita dopo partita, un acquisto azzeccatissimo.

Poi il tie-break, davanti all’incredulo pubblico lombardo. Gaudagnate due lunghezze (4-6), le colibrì hanno piazzato un ulteriore break (1-4) che ha portato il risultato sul 5-10. Villa Cortese ci ha provato (7-10), ma la risposta finale è stata da grande squadra, perché l’Asystel MC Carnaghi non ha mosso più il tabellone: 7-15 in 14 minuti. Quasi una formalità. Incredibile per una squadra giovane, inesperta e soprattutto nuova. Ma se Kenny giocherà come stasera, ci sarà da divertirsi!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>