VL, un pezzo di salvezza passa dalla Juve Caserta

di 

23 novembre 2012

PESARO – Bisogna ritornare a vincere senza se e senza ma. Non si pretende di giocare anche bene, ma di battere Caserta sì, perché quando si guarderà la classifica a maggio i due punti di Biella peseranno molto di più di quelli con Venezia, ed i successi negli scontri diretti avranno sempre maggiore rilevanza nel computo finale. Così, anche se ci si augura di vincere le prossime partite contro Bologna e Milano (la vediamo dura), un pezzo della salvezza passerà per l’incontro di domenica da vincere assolutamente, magari anche con un discreto scarto.

Cavaliero nella foto Fraternale Meloni

Questa è la situazione, vi potremmo indorare la pillola dicendo che comunque il livello del campionato è talmente basso che alla fine una squadra più scarsa della Vuelle verrà fuori, che alla Scavolini Banca Marche basterebbe un acquisto di buon livello per emergere dai bassifondi della classifica e poter puntare ad un posto tra le prime otto, che se come sta succedendo nelle altre piazze la dirigenza decidesse di esonerare il coach, come avvenuto ad Avellino e in settimana a Cremona con l’esonero di Attilio Caja, si potrebbe dare la squadra in mano ad un allenatore più esperto ed adatto a muoversi nelle difficoltà, come potrebbe essere Cesare Pancotto. Ma bisogna fare i conti con la realtà attuale che dice che Pesaro non vince da cinque turni ed è nel gruppone delle ultime, cosi si spera che Denis Clemente cominci a prendere per mano i compagni e che Antwain Barbour riesca ad incidere per tutti i quaranta minuti, facendo finalmente la differenza nelle partite decisive. Tutto questo aspettando che patron Scavolini esterni la sua opinione, sapendo che non gli fa assolutamente piacere abbinare il suo marchio ad una Vuelle ultima in classifica e faccia l’ennesimo sacrificio economico per acquistare quel giocatore che ci porti fuori dalle sabbie mobili.

 

LA PARTITA DELLA SETTIMANA

Scavolini Banca Marche Pesaro (4 punti) – Juve Caserta (6 punti)
Domenica 25 novembre – ore 18.15 – Adriatic Arena di Pesaro

 

L’AVVERSARIO DELLA SETTIMANA

Pur tra mille difficoltà con americani che hanno lasciato la squadra e stipendi che arrivano col contagocce, la formazione casertana ha già colto tre successi e sembra trovare nei problemi da affrontare la giusta motivazione per compattare il gruppo. Coach Pino Sacripanti può contare su una rotazione ridotta ad otto uomini, con Stefano Gentile promosso playmaker titolare affiancato nel ruolo di guardia da Giuliano Maresca. Da ala piccola attenzione al lituano Jonunas, tiratore di striscia in grado di fare male, sotto canestro una vecchia conoscenza pesarese: Jeleel Akindele, fisico possente unito ad una tecnica rivedibile che, dopo aver giocato in squadre d’Eurolega come Siena, è tornato in una formazione più consona al suo livello. Ad affiancare il nigeriano il promettente serbo Jelovac, classe ’89 dalle mani molto morbide. Dalla panchina esce il play Marco Mordente, giocatore di grande esperienza molto utile nei finali concitati, e il pivot Andrea Michelori, altro giramondo dei parquet italiani. Qualche minuto anche per i giovani Marzaioli e Cefarelli.

 

IL MOMENTO DELLE SQUADRE

Ancora una settimana senza nessun cambiamento nell’organigramma biancorosso, con Montini ed Ebeling a professare fiducia in un gruppo che vedono in crescita. Lo speriamo tutti, anche se guardandosi intorno il mercato offre giocatori interessanti che potrebbero dare una grossa mano alla Vuelle. Un nome su tutti: Taquan Dean. L’ex avellinese è senza squadra da circa un mese e il suo procuratore lo sta offrendo a diverse squadre anche italiane. Prima di vederlo ingaggiato da una diretta concorrente sarebbe il caso di farci un pensierino, perché una guardia dalle sue caratteristiche farebbe maledettamente comodo alla Scavolini Banca Marche, con Antwain Barbour che potrebbe giocare con meno pressione difensiva. E’ vero che la coppia di playmaker Clemente-Cavaliero continua a non dare una grossa sicurezza, ma aggiungere un esterno con 20 punti nelle mani non dovrebbe essere una cosa negativa. Ci sarebbe da valutare la situazione di Hamilton e conoscere l’eventuale penale da pagare per sciogliere il contratto, se non fosse economicamente vantaggiosa la rescissione i regolamenti permetterebbero alla Vuelle di schierare tranquillamente tutti e cinque gli americani e chissà che il “piccolo” Reggie non tiri fuori quelle qualità mostrate oltreoceano. Nel frattempo si sta per compiere il super annunciato matrimonio tra Montegranaro e Valerio Amoroso, con il napoletano pronto a tornare nella sua amata Sutor dopo aver trascorso un paio di mesi in castigo dorato a Pesaro. Dato che dopo appena tre giorni di permanenza in riva al Foglia aveva già chiesto di andare via, così cadono anche le voci di chi sperava nel ritorno di Amoroso se Ticchi fosse stato esonerato. Saremo anche messi male ma di gente che arriva qui e non fa niente per integrarsi non ne abbiamo proprio bisogno.

Caserta ha scandagliato in settimana il mercato degli americani alla ricerca di quel giocatore che possa portarla verso la salvezza. La società campana ha scelto di concentrare le residue risorse su un unico atleta di buon livello senza ingaggiare qualcuno solamente per tamponare l’emergenza come avvenuto in altre piazze, ma per la partita di Pesaro non ci saranno nuovi acquisti a disposizione di Sacripanti.

 

IL DUELLO CHIAVE

Daniele Cavaliero vs Marco Mordente
Giocatori dalle caratteristiche molto simili, grandi “fighter” anche se hanno la tendenza a strafare per la troppa carica agonistica, Cavaliero dovrebbe giocare qualche minuto in meno per evitare di finire l’ossigeno sul parquet, Mordente parte dalla panchina ma nei minuti finali è sempre lui a rimanere in campo.

 

UN PO’ DI NUMERI

Statistiche individuali
Daniele Cavaliero quinto nelle palle perse e nono negli assist, Antwain Barbour quinto nei recuperi, Andrea Crosariol terzo nella percentuale da due punti. Pesaro terza nelle palle recuperate, quartultima nei punti segnati e terza nelle palle perse.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>