A Urbino e Pesaro il Convegno internazionale sulla figura pedagogica di Clemente Rebora

di 

25 novembre 2012

URBINO – Umiltà pedagogica ed esperienza mistica di Clemente Rebora sono  al centro del Convegno Internazionale che si svolgerà il 27 novembre a Urbino e il 28 a Pesaro.  La due giorni di relazioni conterà sulla partecipazione di studiosi importanti (tra gli altri il padre Umberto Muratore, direttore del Centro Internazionale di Studi Rosminiani e Franco Loi, tra i più grandi e affermati poeti italiani), dove si affronteranno i temi della formazione del poeta lombardo, prima nel seno di una famiglia laica e mazziniana, poi nella scuola e università del capoluogo lombardo e nel rapporto con i suoi professori e  compagni di studio, tra cui Banfi e Lavinia Mazzucchetti. Di qui prese l’avvio una ricerca umana e spirituale  che avrebbe condotto il giovane poeta prima all’insegnamento nelle scuole popolari poi ad avvicinarsi alla fede religiosa, con un atteggiamento di umiltà nel legame coi confratelli rosminiani e con i fedeli, ma insieme con una concezione della poesia, il cui scopo era  indicare la via verso la santità: dunque un Itinerarium mentis in Deum. O per dirla più laicamente, un dover essere della ricerca personale e culturale tutt’insieme nella propria esperienza e nella scrittura.

Clemente Rebora

Clemente Rebora

Negli ultimi anni si sono avute molte occasioni per riflettere sulla figura di Rebora, ma il tema affrontato in questo Convegno urbinate-pesarese risulta non solo assolutamente inindagato, ma anche misteriosamente  interno alla mistica ed all’etica.

Le linee della ricerca che verranno tracciate concernono dunque la formazione di Rebora nei suoi primi anni, anche aderendo alla testimonianza offerta dal Curriculum vitae; l’esempio della famiglia; il  rigore morale e la mazziniana religione del dovere; gli studi e la missione dell’insegnamento nelle scuole per il  popolo (caratteri e metodologia); una Pedagogia della musica e della saggezza orientale e insieme  una Pedagogia della mistica (e della poesia); e ancora l’Esemplarità della santità.

Il Convegno rientra nel novero delle manifestazioni organizzate per il decimo anniversario della Fondazione del Corso di Lingue Orientali a Pesaro-Studi.

 

IL PROGRAMMA

Martedì 27 novembre 2012
Urbino, Aula di Archeologia (Palazzo Albani)

Ore 15,30
Saluto della Prof.ssa Anna Teresa Ossani, Preside della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Franco Loi
Introduzione

Roberto Cicala
“La vita che va a scuola e viceversa”. Rebora insegnante

Franca Mancinelli
Contritio cordis. Una pedagogia poetica

Pausa

Donatella Marchi
Logos e Parola: il metodo didattico di padre Rebora

Luca Conti e Luigi Livi
“O musica soave conoscenza”: Clemente Rebora e la bellezza “sinfonica”

Dibattito

Mercoledì 28 novembre 2012
Pesaro, Alexander Museum Palace

Ore 10,00
Padre Umberto Muratore
Rebora nel rapporto con i suoi confratelli

Padre Carmelo Giovannini
Frammenti di vita: il rapporto di Rebora con i suoi figli spirituali

Pausa

Gonzalo Vázquez Pereira (Universitè Sorbonne Nouvelle, Paris III)
La “enfermidade” nel tempo dell’emergenza

Andrei Prokhorov (Università di Minsk)
“Alla ricerca di Dio nella poesia russa e italiana del primo Novecento”

Enrico Grandesso
Navigare il mare dell’essere, annotazioni sul Gianardana

Dibattito

Ore 16,00
Gualtiero De Santi
Esemplarità del misticismo reboriano

Carmelo Vera Saura (Universidad de Sevilla)
Rebora e la spiritualità spagnola

Rozaliia Yakobets
Rebora traduttore: due vie verso l’umiltà

Pausa

Mirco Ballabene
“Dei doveri del giovane Clemente Rebora”

Maria Lenti
La tensione pedagogica nell’Epistolario

Riccardo Bernini
Rebora nello specchio di Wittgenstein

Dibattito e conclusioni

Buffet

Ore 21.30 Recital/Letture reboriane
Meno ti canto amor /e più sei tutto
(Teatro Cust 2000)

 

Scarica qui il file .pdf del Depliant di presentazione del Convegno internazionale sulla figura pedagogica di Clemente Rebora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>