Girano per Fano coi fari spenti e poi scappano

di 

28 novembre 2012

Carabinieri Cagli

FANO – Beccati tre malviventi dediti a reati contro il patrimonio. L’altra sera i militari della compagnia carabinieri di Fano avevano predisposto alcuni posti di controllo lungo le principali strade di accesso all’abitato di Fano, mentre due pattuglie del nucleo radiomobile stavano pattugliando la periferia est della cittadina quando, nei pressi di via Canali Albani, l’equipaggio di una gazzella ha notato una Citroen C3, con a bordo tre persone, che procedeva a velocità sostenuta e con i fari spenti. I militari si sono quindi messi sulle tracce dell’autovettura sospetta, che proseguiva pericolosamente nel traffico, rischiando anche di creare incidenti e situazioni di pericolo per ciclisti ed i pedoni presenti, i cui occupanti raggiunta la zona di Fano 2 e notata l’autoradio dei militari che li seguiva volutamente a distanza, per non creare ulteriori situazioni di pericolo per gli utenti della strada, hanno preferito abbandonare la macchina lasciandola in moto e con le portiere aperte per darsi alla fuga nei campi circostanti.

Sul posto giungevano anche altri carabinieri del capitano Cosimo Giovanni Petese che partecipavano alle ricerche dei fuggitivi. All’interno della citroen, risultata rubata nei giorni scorsi a Chiaravalle (Ancona), i militari rinvenivano consistente attrezzatura da scasso costituita da: una grossa smerigliatrice (frullino) con tre dischi metallici in grado di aprire armadi blindati e casseforti, una mazza da muratore di 5 chili, due grossi grimaldelli ed altrettanti cacciaviti, una prolunga elettrica ad uso industriale ed una grossa chiave inglese. L’autovettura è stata così sequestrata unitamente all’attrezzatura per i successivi accertamenti tecnico-scientifici da parte dei militari addetti.

Si ritiene che i tre fuggitivi, sicuramente stranieri (albanesi o romeni) provenienti da altre zone, fossero a Fano con l’intenzione di perpetrare azione delittuose ai danni di aziende o di abitazioni isolate. Le ricerche dei tre fuggitivi, continuate per diverse ore, hanno poi dato esito negativo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>