Pistola: “Ci attende una sfida equilibrata, difficile”

di 

1 dicembre 2012

PESARO – La sfida tra Kgs ed Imoco vista da Pesaro, da coach Pistola. Intanto come è andata la settimana?
“Direi abbastanza bene, salvo qualche piccolo contrattempo per l’influenza che ha colpito qualche giocatrice. Ma si è trattato di piccole cose già rientrate e contro Conegliano saranno tutte a disposizione, l’organico al completo”.

Coach Pistola

Avete dovuto convivere con il “caso De Gennaro”: vi ha creato qualche problema?
“Non è che se se sia parlato più di tanto. E’ vero che nello spogliatoio qualcosa si è detto, ma non è stato poi un caso che ha creato problemi. L’aspetto più importante della vicenda è che Monica gioca con noi ed è contenta di essere qui”.

Conegliano si presenta con tre vittorie su tre in trasferta. Non male come ruolino di marcia, anche se è bilanciato dalle tre sconfitte in campo amico. E’ vero però che si gioca a Pesaro…
“Anche l’Imoco è una squadra giovane e probabilmente quando gioca in casa sente la pressione perché – come noi – è animata dalla voglia di fare bene. Invece, in trasferta, è più distesa, più tranquilla. Finora ha fatto buone cose. Mi sento di prevedere una partita equilibrata, difficile, per entrambe le squadre”.

Pesaro contro Conegliano è anche un derby dorico…
“In verità, il dorico verace è Marco Gaspari, che è di Ancona, io sono di Montemarciano. Però siamo vicini sotto altri punti di vista. Abbiamo lavorato insieme un anno e quindi ci conosciamo bene avendo condiviso l’esperienza di Civitanova”.

Anche Marco Gaspari racconta la settimana dell’Imoco.
“Abbiamo avuto una settimana difficile perché con i problemi fisici dei centrali non è stato facile allenare alcune situazioni di gioco, comunque negli ultimi giorni stiamo recuperando Calloni e Crozzolin e anche Maruotti, pur con poco minutaggio sulle gambe, potrà iniziare a dare il suo contributo e sarà un elemento in più nelle rotazioni. Comunque affrontiamo la gara di Pesaro con fiducia, la squadra ha lavorato per preparare la partita e limitare i punti di forza delle avversarie, soprattutto i loro centrali e la colombiana Moreno Pino. Sarà una gara equilibrata contro una squadra più o meno della nostra fascia, quindi per noi sarà importantissimo fare risultato a Pesaro e confermare il nostro buon ruolino di marcia fuori casa, così facendo potremo anche tenere la nostra ottima posizione di classifica e prendere morale. Sul piano tecnico rispetto alla gara con Crema è fondamentale per noi confermare le nostre percentuali sulla fase di cambio palla e migliorare le percentuali nella fase-break e la correlazione muro-difesa, applicandoci con ordine e concentrazione. Sono convinto che nonostante le difficoltà avute in settimana possiamo fare una buona gara”. Nella squadra veneta gioca l’ex colibrì Giulia Agostinetto, mentre sarà ancora assente la centrale polacca Zuzanna Efimienko.

Da segnalare che in occasione della partita tra Kgs e Imoco, le due tifoserie organizzate – i Balusch pesaresi e i Non Plus Ultras veneti – a conferma dell’amicizia esistente si troveranno a pranzo insieme, da Sante.

Mauro Filippini, presidente dei Balusch, racconta quest’amicizia… “nata quasi per caso. In occasione di una nostra trasferta a Conegliano, ci siamo conosciuti e abbiamo scoperto di vivere la passione alla stessa maniera: divertimento, amore per la propria squadra e soprattutto per la pallavolo. Ogni partita, a Conegliano o a Pesaro, è una sorta di happening. Ci si ritrova a pranzo, si mangia e si ride insieme, poi si visitano le rispettive città. Quest’anno avevamo intenzione di portarli a Gradara, ma la conoscono già e hanno chiesto di visitare il centro storico di Pesaro. Sono veri amici: pensate che anni fa venivano a tifare Robur nelle finali scudetto e la scorsa stagione, dopo che Conegliano era stata costretta al ritiro, alcuni di loro andarono a Piacenza a sostenere la nostra squadra”. Cose praticamente impossibili in altri sport, dove eventuali gemellaggi sono quasi sempre contro altre squadre. Ma nel volley, si sa, per fortuna non si tifa contro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>