Villa Cortese: “Nessuna trattativa diretta con De Gennaro”

di 

1 dicembre 2012

Scavolini Pesaro-Busto Arsizio, Monica De Gennaro

Monica De Gennaro. Foto Giardini

PESARO – Un fantasma aleggia nel mondo della pallavolo femminile italiana. E’ il fantasma del tesserato per Villa Cortese che ha contattato Monica De Gennaro. I dirigenti pesaresi hanno anche un nome, ma non lo diffondono. E così, nella serata di venerdì, l’Asystel MC Carnaghi ha diffuso il seguente comunicato: “A seguito della notizia apparsa su alcuni organi di stampa riguardanti l’apertura di una trattativa con Monica De Gennaro, libero della KGS Robursport Pesaro, l’Asystel MC Carnaghi precisa di non aver iniziato alcuna trattativa diretta con l’atleta in questione o con altre, come quella con Marta Medaglioni, ventilata nei giorni scorsi tra i possibili arrivi in biancoblù. La società sta verificando con tutti i procuratori la disponibilità di atlete libere da vincoli in tale ruolo, perseguendo le vie ufficiali che tali attività di ricerca richiedono. L’Asystel MC Carnaghi Villa Cortese, infine, esprime profondo dispiacere per il turbamento che la notizia ha provocato nell’ambiente pesarese e si augura che i buoni rapporti da sempre intercorsi tra i due sodalizi non vengano incrinati da un episodio indipendente dalla volontà societaria”.

Il mondo dei furbi: “Stiamo verificando con tutti i procuratori la disponibilità di atlete libere da vincoli in tale ruolo…”. Ci scusino, a Villa Cortese: ma se un’atleta sta giocando, come può essere libera da vincoli, almeno fino alla conclusione della stagione in corso? E comunque l’ennesima conferma che – scusate l’orrendo termine, trattandosi di persone, di donne – il mercato lo fanno i procuratori.

2 Commenti to “Villa Cortese: “Nessuna trattativa diretta con De Gennaro””

  1. Cami scrive:

    Luciano le ultime righe mi piaciono da MATTI….questi vogliono fare sempre i furbi e pensano di parlare e imbiancare gli occhi di tutti con il loro finto buonismo!

  2. gianfranco ioele scrive:

    FALSI!!! Come una banconota da 3 euro!
    Le cose si sanno benissimo come sono andate e quello che fa più arrabbiare sono questi stupidi tentativi di pararsi le spalle.
    Come se a Pesaro avessimo tutti l’anello al naso.
    Meschini e arroganti, fanno gli sciacalli ma si spacciano per agnellini……..

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>