Torelli, Paganelli e Cremona esaltano la Vis

di 

2 dicembre 2012

VIS PESARO – FIDENE 3-0

 

VIS PESARO (4-4-2): Foiera; G. Dominici, Paoli, Santini, Pagrazi (11′ st Bugaro); G. Torelli, A. Torelli, Ridolfi, Bianchi; Cremona (47′ st Di Carlo), Vicini (5′ st Paganelli). A disp.: Mumuni, Boinega, Urbinati, Rossini. All. Magi

FIDENE (4-3-3): Prisco; Loreti, Fusaroli, Martorelli, Bassini; Pignalberi (7′ st Pirelli), Palermo (1′ st Franza), Manganelli; Sorrentino (20’st De Marco), Selva, E. Dominici. A disp.: Promutico, Petricca, De Angelis, Sansotta. All. Chiappara

 

ARBITRO: Mazzei di Brindisi

MARCATORI: 29′ pt A.Torelli (V), 22′ st Paganelli (V), 45′ st Cremona (V)

NOTE: Spettatori 400 circa (111 paganti + quota abbonati) per un incasso di 1200 euro. Ammoniti: Palermo (F), A. Torelli (V), Sorrentino (F). Angoli: 4-4. Recuperi: pt 3′, st 5′

 

Vis-Fidene, la Vis in "giallo" festeggia il gol di Alberto Torelli

PESARO – La signora in giallo fa secco il Fidene con tre pugnalate. La signora in giallo è la Vis Pesaro che, in una giornata grigia, fredda, umida e un po’ piovosa, illumina il Benelli con tre gol, un palo, un gol annullato, altre 3-4 occasioni da rete facendosi “perdonare” per aver indossato una maglia color canarino che non nulla ha a che fare col tradizionale biancorosso sociale. E’ stata la domenica di Alberto Torelli: il baby talento vissino, classe ’95, segna la sua prima rete in Serie D con un capolavoro di testardaggine: uno-due sbagliato con Bianchi, palla recuperata, allungo verso la porta laziale e, al limite dell’area, fuoco nell’angolino basso. Gran bel gol: 1-0.

Poi, è stata la domenica di mister Peppe Magi. Prima ha lanciato a sorpresa, per la prima volta da titolare, l’under Pangrazi (comunicandogli la scelta, come aveva fatto 7 giorni fa con Mumuni, solo al momento di indossare la maglia nello spogliatoio), permettendosi così due esterni “grandi”, e in grado di interpretare al meglio la partita voluta, come Bianchi e Giorgio Torelli, con Cremona e Vicini di punta. Poi, nel secondo tempo, ha azzeccato i cambi mettendo dentro Paganelli e Bugaro, autori, in tandem, del 2-0 vissino: punizione sartoriale di Bugaro, Prisco che la tocca, Paganelli che col piedone la ribadisce in rete trovando il secondo gol in biancorosso dopo quello di Teramo (prima dell’infortunio). Una rete di squadra, come lo è oggi la Vis: una squadra che, quest’anno, può contare su una vastissima gamma di soluzioni. Da Ridolfi, ancora una volta gigante in regia, a capitan Paoli capace di ingabbiare Andy Selva. Da Foiera a Dominici, passando per Santini. Infine, è stata la domenica, l’ennesima domenica, di Cremona: un gol annullato nel primo tempo per fuorigioco  (dubbio), un clamoroso palo dal limite dell’area e un gol, l’ottavo stagionale in campionato (con un solo rigore), in stile Bettega. Colpo di testa in tuffo ad anticipare il portiere. Col difensore che poi, cadendo, gli ha rifilato involontariamente una scarpata sotto la mandibola (provocandogli un taglio, sangue dal naso e un giramento di testa che lo hanno costretto al cambio: nulla di grave, comunque, alla fine). E’ stata una Vis bella e cattiva, determinata e tecnica, tattica e col cuore: un mix perfetto, un biglietto da visita ideale in vista dei tre derby che mancano per chiudere il girone d’andata. A partire da quello prossimo, in trasferta, di San Benedetto.

 

La cronaca:

 

4′ Taglio centrale di Ridolfi per Cremona che in spaccata non ci arriva, Prisco si deve comunque allungare per deviare la sfera indirizzata nello specchio della porta laziale.

7′ Giorgio Torelli trova il fondo, sulla destra, e mette in mezzo sul secondo palo dove Bianchi tenta il piattio sinistro al volo, a incrociare, smanacciata da Prisco. Ottima occasione.

Ammonito Palermo per una brutta entrata su Giorgio Torelli in percussione centrale

12′ Ancora un traversone dalla sinistra: Bianchi la mette sul secondo palo, Vicini di testa trova l’incornata sul secondo palo e Prisco miracoleggia deviando con le unghie.

16′ Selva ci prova dal limite: tocco morbido a girare alto di poco. Si ripete al 21′: destro improvviso dal limite, palla fuori di poco alla destra di Foiera.

Ammonito anche Alberto Torelli.

 

Vis-Fidene, squadre a inizio partita

Modulo 4-4-2 per la Vis, con Pangrazi a sinistra e Giovanni Dominici a destra nel binario dove agisce il capitolino Emiliano Dominici in tandem con Bassini, peraltro compagno di stanza in Nazionale dello stesso vissino.

Fidene col 4-3-3: Selva punta centrale e Dominici e Sorrentino ai suoi fianchi.

 

29′ Vis in vantaggio: Alberto Torelli fa tutto da solo. Prima sbaglia un uno-due con Bianchi, poi recupera di prepotenza la palla, salta il disperato intervento in scivolata di un difensore del Fidene, cavalca verso la porta laziale e dal limite la piazza nell’angolino basso alla sinisgtra di Prisco che riesce solo a sfiorare il pallone (1-0).

La partita s’incattivisce: nel mirino finisce Ridolfi, toccato duro due volte nel giro di due minuti. Come ogni domenica: la palla gliela togli dai piedi solo con le cattive.

32′ Dominici Emiliano dalla sinistra entra in area ma alza la conclusione.

36′ Gol annullato alla Vis: punizione di Ridolfi dalla sinistra, palla in area, incornata di Vicini, corta respinta di Prisco, sulla ribattuta come un falco Cremona che la butta dentro. L’arbitro annulla per fuorigioco.

42′ Bianchi sulla sinistra sfonda in area, mette in mezzo per Cremona che al volo calcia alto.

43′ Manganelli, molto attivo sulla destra, converge e libera un sinistro di poco alto sulla traversa della porta difesa da Foiera.

45′ Vis tambureggiante con Giorgio Torelli a destra che taglia sul versante opposto per Bianchi che calcia a botta sicura ma trova la deviazione di un difensore in angolo.

47′ Fidene prova per vie centrali con Sorrentino che calcia rasoterra angolato, sul primo palo, Foiera devia in angolo con la punta delle dita e l’aiuto del palo esterno. Grande intervento, grande spauracchio.

 

Secondo tempo:

 

2′ Cremona scatta su un lancio dalle retrovie, fa secco Martorelli e dal limite, sul centro destra, scarica una fiondata che si stampa sul palo alla sinistra di Prisco.

3′ Contropiede Vis 2 contro 1: Vicini, però, ignora Cremona libero a destra, entra in area e calcia alto. Occasionissima mangiata. La tribuna del Benelli salta in piedi.

Subito dopo Paganelli rileva Vicini in attacco.

PAssano pochi minuti e Bugaro va a rilevare Pangrazi: Bianchi retrocede a terzino sinistro. Manganelli, molto pimpante, stava creando più di un grattacapo.

14′ Ancora Manganelli va via a Dominici e incrocia di sinistro non trovando per poco la porta di Foiera

 

19′ Selva taglia in mezzo per Pirelli: incornata parata d’istinto da Foiera.

La Vis soffre troppo, il Fidene con una manovra avvolgente cerca il pareggio.

22′ Punizione tagliatissima del neoentrato Bugaro dal centro destra, parata fenomenale di Prisco, sulla ribattuta a porta libera Paganelli deposita in rete: 2-0

 

27′ Subito dopo Foiera cicca (forse per colpa del terreno) il retropassaggio di Paoli ma riesce a rimediare con Pirelli in agguato.

27′ Ridolfi contropiede, dribbla due giocatori, entra in area e scarica in porta: ennesima paratissima di Prisco.

Squadre lunghe, Fidene pericolosa con tante punzioni battute sulla trequarti, Vis non capace di sfruttare a dovere le tante ripartenze avute.

45′ Cremona di testa, sugli sviluppi di un cross dalla destra di Ridolfi, la butta dentro rimandendo poi a terra per una botta in faccia: 3-0. Cremona esce dal campo, al suo posto Di Carlo.

Dopo 5′ di recupero l’arbitro fischia la fine: Vis-Fidene 3-0.

 

I RISULTATI

Amiternina-Celano Marsica 0-2
Astrea-Olympia Agnonese 5-2
Isernia-Civitanovese 2-3
Recanatese-Termoli 2-3
Renato Curi Angolana-Maceratese 0-2
Sambenedettese-Città di Marino 6-1
San Cesareo-Jesina 4-2
Vis Pesaro-Fidene 3-0
giocata ieri:
San Nicolò-Ancona 0-1 (14′ st autorete di Gialloreto)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>