Belli e laureati, fabbricavano chiavi e rubavano nelle case

di 

3 dicembre 2012

PESARO – Laureati, di bell’aspetto, studiavano le serrature per riprodurne le chiavi e commettere così furti. I carabinieri della compagnia di Pesaro hanno tratto in arresto due giovani ucraini autori, secondo le ricostruzioni, di diversi furti in provincia:  V.I. di 28 anni e O.A. di 32 anni, entrambi accusati di furto e ricettazione. In casa avevano pure un kit per la lavorazione dell’oro.

Carabinieri in azione

La svolta è avvenuta venerdì mattina quando una chiamata al 112 ha segnalato due persone sospette uscire da un condominio di Vismara. I carabinieri, sono riusciti a rintracciare un primo ucraino trovandolo in possesso di un paio di forbici chirurgiche e di un pezzo di plastica e chiavi di una Audi. Nell’auto, vicina al condominio, i carabinieri hanno ritrovato sotto il tappetino due cartelli di plastica ed un piede di porco. A una seconda analisi è stato trovato anche un portone con lievi segni di scasso: l’appartamento, all’interno, era stato saccheggiato. Scovata successivamente anche la residenza dell’ucraino, a Fano, in zona stazione ferroviaria, presidiata poi fino all’arrivo del complice, anch’esso ucraino. La perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire una vera attrezzatura per la riproduzione di chiavi, attrezzi per lo scasso, computer, telefoni cellulari, schede sim e monili. Il gip ha convalidato l’arresto con l’accusa di furto e ricettazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>