“Primarie per i parlamentari e stop dopo terzo mandato”

di 

3 dicembre 2012

PESARO – “Il rinnovamento vero va fatto: con le primarie anche per la scelta dei candidati parlamentari e, per quanto mi riguarda, votando ‘no’ nella direzione nazionale del Pd a qualsiasi richiesta di deroga dopo il terzo mandato”. Matteo Ricci, presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, 38 anni, coordinatore dei bersaniani nelle Marche, il giorno dopo la vittoria al ballottaggio (54,55 % a livello regionale) non usa mezzi termini.

Ricci con Bersani, incontri ravvicinati al Marche Day

Ricci con Bersani, sguardo d'intesa

“Le primarie serviranno anche ad evitare bilancini fra vecchie e nuove correnti Pd – ha sottolineato anche via Fb-. L’elettorato del centrosinistra ha voglia di rinnovamento. Il nostro poi è un elettorato più attento alla sobrietà, ai costi della politica, temi su cui al primo turno la proposta di Renzi è apparsa più incisiva di quella di Bersani. Ieri ha vinto la fiducia che Bersani ispira, una linea politica progressista e riformatrice chiara, che ha convinto non solo gli elettori di Nichi Vendola, ma anche molti di quelli che il 25 novembre avevano scelto il sindaco di Firenze. Ora, però, bisogna spingere sull’acceleratore di un rinnovamento serio, senza spegnere la straordinaria macchina delle primarie e dei suoi 100 mila volontari”. L’idea per ovviare all’attuale legge elettorale: “Dopo Natale vanno indette in tutta Italia le consultazioni per la scelta dei parlamentari: primarie vere, non taroccate, come quelle di Grillo sul web. Siamo l’unico partito che può democratizzare il ‘Porcellum’, se la legge elettorale non cambierà”.

Poi, l’affondo sullo stop dopo il terzo mandato: “Se hanno fatto un passo indietro D’Alema e Veltroni, che hanno dato tanto, meglio potranno farlo altri”. Rosy Bindi è avvertita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>