“Dalle primarie uno spirito nuovo per la politica fanese”

di 

5 dicembre 2012

Da Luigi Paolinelli, Coordinatore Circolo PD San Lazzaro Vallato riceviamo e pubblichiamo:

 

FANO – Le primarie del centrosinistra si sono concluse: è stata una grande manifestazione di democrazia.

Come coordinatore del Circolo PD San Lazzaro di Fano innanzitutto voglio ringraziare quanti, e sono tanti, hanno partecipato ai due turni di votazione, facendo, nei momenti di maggior affluenza, pazientemente la fila.

Le primarie ha visto la netta affermazione del Segretario Bersani , ma anche il buon risultato di Renzi . In ogni modo da domenica 2 dicembre qualcosa è cambiato e non sarà più come prima.

Analizzando i due turni di votazione emergono due chiavi di lettura, differenti l’una dall’altra.

L’ottima affermazione di Renzi al primo turno nelle regioni e nelle provincie considerate “rosse” è un segnale che il nostro partito necessita di un profondo rinnovamento, non solo nell’età anagrafica dei loro dirigenti, ma nel modo stesso di concepire la politica. Il voto del primo turno ci dice che non si possono creare feudi politici bloccati per anni, ma movimenti dinamici per far emergere la passione politica che molti giovani hanno ma sono frenati nell’esprimerla.

Dare spazio alle nuova generazioni non significa “rottamare”, parola greve e offensiva. Non si cancella la storia che ognuno di noi a suo modo ha scritto, ma questo vissuto, l’esperienza del senior, va necessariamente messa a disposizione dei giovani, così garantendo la rigenerazione dell’idea politica.

Con la seconda votazione gli elettori hanno chiesto politiche che hanno il sapore di sinistra, come le politiche sociali, le politiche del lavoro, a cui bisogna dare priorità assoluta, data la somma urgenza di creare occupazione. I risultati del secondo turno dicono inoltre che bisogna mettere in atto una fiscalità equa. Monti avrà anche fatto bene, ma la crisi è stata in massima parte pagata da operai e pensionati.

I risultati delle primarie deve far riflettere anche il nostro partito locale.

Dobbiamo prepararci alle prossime elezioni per il rinnovo della giunta comunale con spirito unitario, valorizzando giovani capaci di prendere in mano il nostro partito e prepararsi a guidare la città, vessata da otto anni di giunta di centrodestra, in grado di lasciare dietro di se solo macerie.

Questa esperienza, peraltro bellissima per chi come noi l’ha vissuta, ci insegna che il tempo delle divisioni è finito, che bisogna lavorare uniti per portare avanti un progetto progressista per la nostra città.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>