Le idee sono della Kgs: vittoria per 3-0 a Bologna

di 

9 dicembre 2012

 

IDEA VOLLEY 2002 – KGS ROBURSPORT 0 – 3

 

IDEA VOLLEY 2002: Stufi 5 (3/10, 30%, muri subiti 3, battute vincenti 2), Severi (L: ricezioni 17, errori 4, positiva 47%, perfetta 18%), Lavorenti, Vece ne, Arimattei 5 (5/27, 19%; ms 3), Alfonsi ne, Petrucci 2 (1/3 , 33%; 1 mf), Miloš 7 (4/11, 36%; mf 2), Korukovets 3 (3/8 , 38%; ms 1), Cvetanović 17 (14/34, 41%; ms 2, mf 2), Ginanneschi 6 (2/13, 46%; ms 2), Minervini (L: ricezioni 26, errori 5, positiva 46%, perfetta 35%), Lapi ne. All. Beltrami.

 

KGS ROBURSPORT: Moreno Pino 16 (11/22, 50%; ms 1, mf 4, bv 1), Valpiani, Gibbemeyer 10 (7/17, 41%; bv 2, mf 1), De Gennaro (L: ricezioni 18, errori 2, positiva 67%, perfetta 44%), Lestini ne, Manzano ne, Chirichella 5 (4/12, 33%, mf 1), Dékány ne, Signorile 1 (1 muro fatto), Tirozzi 12 (7/30, 23%; bv 2, mf 3, ms 4), Muresan 14 (11/24, 46%; bv 1, mf 2). All. Pistola.

 

ARBITRI: Ravallese e Cappello.

 

PARZIALI: 23-25; 15-25; 14-25 in 74 minuti.

 

STATISTICHE SQUADRA:

 

IDEA VOLLEY 2002: Battute 54, errori 8, punti 4. Ricezioni 71, errori 15, positiva 46%, perfetta 20%. Attacchi 106, errori 4, muri 12, punti 36, 34%. Muri 5.

 

KGS ROBURSPORT: Battute73, errori 2, punti 6. Ricezioni 46, errori 6, positiva 67%, perfetta 33%. Attacchi 105, errori 4, muri 5, punti 40, 38%. Muri 12.

 

NOTE: spettatori 1.839. Una curva è colorata di biancorosso con i Balusch.

 

Un momento della partita giocata oggi a Bologna

BOLOGNA – Più difficile trovare un parcheggio attorno a Piazza Azzarita che sbarazzarsi di un’inguardabile Idea Volley 2002. Che poi chiamarsi Idea e non averne, è un ossimoro.

 

Nella domenica delle elezioni per il rinnovo delle cariche federali, concluse con la conferma di Magri al termine di una votazione che farebbe invidia ai gerarchi sovietici, soprattutto a quelli bulgari, la Kgs Robursport s’impone agevolmente nel vecchio Madison di Piazza Azzarita. Vincere a Bologna è sempre un piacere per una rappresentativa pesarese, in ogni sport.

 

Tre punti preziosi conquistati al cospetto di una squadra, l’Idea Volley 2002, ultima in classifica e quindi obbligata a vincere senza se e senza ma. La Kgs ha vinto, soffrendo solo nel primo set. Poi ha dilagato, grazie a un servizio mirato, su Minervini Severi, i liberi alternati da Beltrami, e Ginanneschi, e un gioco di squadra che ha portato – in tre soli tre set – a chiudere con quattro giocatrici in doppia cifra. Tanti anche gli errori bolognesi.

 

Il primo set è ad elastico. Allunga Tirozzi (9-13), Pesaro continua servire sul libero Minervini guadagna 4 punti (13-17). Bologna commette un errore clamoroso con Ginanneschi che non controlla una freeball (15-19). Il secondo arbitro, su muro toccato dall’Idea 2002, inventa una palla che tocca la banda: geometricamente impossibile. E comunque Bologna ne approfitta per portarsi a meno uno. Kenny sale in cattedra: 18-21. Beltrami spende il secondo time-out discrezionale. Petrucci sorprende Chirichella con un attacco di seconda. Ace di Stufi e siamo di nuovo lì (21-22). Per fortuna, Stufi fallisce il servizio. E’ Tirozzi a recuperare tre lunghezze con due consecutivi attacchi (super il secondo). Gibbemeyer non chiude il set. Cvetanović e Arimattei riaprono i giochi, obbligando Pistola chiedere time-out. Gibbemeyer chiude con una parallela che – in verità – era fuori. Il set va in archivio: 23-25. Pesaro ha attaccato meglio (44% a 43%) e murato di più (3 a 1); inspiegabile, invece, il 27% di ricezione perfetta attribuito alle colibrì, contro il 46% delle felsinee. Punti: Kenny 6, Gibbemeyer e Tirozzi 5; mancano all’appello Chirichella (2 con 1/5) e Muresan 2 (1/9).

 

Inizia benissimo il secondo set: 0-6. E’ Miloš che mette un cerotto. Sono tutti della croata i 3 punti (a 8). La Kgs va a più 7 (3-10), Beltrami spende il secondo discrezionale, ma le colibrì accentuano la fuga lavorando bene al muro con Signorile (che non abbocca alla finta di Stufi e ferma Cvetanović). Sul 3-12 Gibbemeyer manca il più 10, che arriva quando Petrucci non trova Stufi e la palla finisce sulla panchina bolognese. Oggettivamente, l’Idea è senza idee e Muresan può attaccare e chiudere senza muro avversario. Tirozzi prosegue la serie con l’ace del 5-17. E’ un set a senso unico, ma Bologna sale a meno 8. Kenny e Gibby decidono che è ora di chiudere: 15-25. Muresan (7) migliore realizzatrice pesarese del parziale.

 

De Gennaro protesta per una grande difesa punita da Ravallese, ma al primo pit-stop tecnico la Kgs è avanti 5-8. E poi 5-9. L’Idea piazza un controbreak: 8-9. Ma l’elastico pesarese è lunghissimo: 10-19. L’Idea Volley 2002 è imbarazzante, sembra che la palla sia stata intinta in un liquido repellente: fugge via dalle mani delle ragazze di Beltrami e finisce – a terra – in ogni angolo di campo. La fotografia è l’ace di Valentina Tirozzi per il 13-23: la palla sembra un flipper, ma sempre a dieci centimetri da terra. Incontrollabile. Finisce con Petrucci, la palleggiatrice felsinea, che manda la palla in rete cercando una compagna: 14-25.

 

 

 

 

 

I risultati dell’ottava giornata:

 

Chateau d’Ax – Rebecchi Nordmeccanica 1-3 (giocata sabato)

 

Imoco – Duck Farm Chieri Torino 2-3 (giocata sabato)

 

Unendo Yamamay Busto Arsizio – Asystel MC Carnaghi Villa Cortese 3-1 (23-25; 29-27; 25-21; 25-20)

 

Assicuratrice Milanese Volley Modena – Icos Crema 3-2 (24-26; 25-18; 18-25; 25-22; 15-6)

 

Banca Reale Yoyogurt Giaveno – Foppapedretti Bergamo 0-3 (21-25; 20-25; 19-25)

 

Idea Volley 2002 Bologna – KGS Robursport Pesaro

 

La classifica:

 

Unendo Yamamay 19, Rebecchi Nordmeccanica 18, Foppapedretti e Rebecchi Nordmeccanica 18, Imoco e Assicuratrice Milanese 14, Duck farm e Asystel Mc Carnaghi 13, Icos 11, Kgs Robursport 10, Banca Reale Yoyogurt 9, Chateau D’Ax 4, Idea Volley 2002 1.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>