PesaroFano, impresa storica: espugna Vicenza

di 

9 dicembre 2012

GIURIATO VICENZA-ITALSERVICE PESAROFANO 4-5 (p.t. 1-2)
GIURIATO VICENZA
: Morassi, Sartori, Tres, Vieira, Santana, Grotto, Moro, Marcante, Carretta, Mazocco, Garibaldi, Berlaffa. All. Sottoriva
ITALSERVICE PESAROFANO: Corvatta, Zanchin, Da Silva, Cujek, Dalle Molle, Ganzetti, Vitale, Silveira, Sabatinelli, Ditommaso, Fabbroni, Anselmi All. Osimani
ARBITRI: Vincenzo Rossi (Trento), Giuseppe Parente (Como) CRONO: Cristian Cavicchiolo (Bassano del Grappa)
MARCATORI: 18’07’’ Da Silva (PF), 18’27’ Mazocco (GV), 18’40’’ Zanchin (PF) del p.t.; 10’ Dalle Molle (PF), 10’31’’ e 15’03’’ Santana (GV), 16’10’’ Zanchin (PF), 18’07’’ Dalle Molle (PF), 18’58” Garibaldi (GV) del s.t.
AMMONITI: Ditommaso, Vitale (PF)

 

L'esultanza dei giocatori dell'Italservice PesaroFano con mister Osimani dopo il 3-2 sul Fassina

Un'esultanza dei giocatori dell'Italservice PesaroFano con mister Osimani

ZANE’ (Vicenza) – Più forti di tutto e tutti. Più forti della storia e della sfortuna. Anche del tabellone elettronico che, rompendosi, ha obbligato tutti a un secondo tempo col cuore in mano. Semplicemente più forti. L’Italservice vince sul campo della capolista Vicenza conquistando un fortino che, in campionato, non cadeva da tre anni.

Una vittoria da urlo, contro la prima della classe, che fa seguito all’affermazione contro Civitanova nel derby della scorsa settimana. Chiari segnali: l’Italservice, al completo, è una squadra che se la può giocare contro tutti. I veneti della Giuriato, squadra reduce da due promozioni di fila, si sono dovuti inchinare alla banda Osimani trascinata da un incredibile Corvatta: Il portiere argentino, all’esordio in campionato, ha neutralizzato due tiri liberi (uno parato) e abbassato in più di una circostanza la saracinesca. Nel Vicenza non è bastato l’esordio del neoacquisto Paulinho Garibaldi e la presenza in panchina dello stesso presidente Giuriato: il PesaroFano, fin dal primo tempo, ha messo le cose in chiaro trovando il vantaggio con Da Silva e chiudendo la frazione sul 2-1 con un gol di Zanchin.

 

L’Italservice ha dimostrato di non essere solo Cujek: nella ripresa, con il tabellone elettronico rotto e quindi fino alla fine senza l’esatta dimensione temporale della partita, uno straripante Dalle Molle (nella foto in alto da ingrandire con un clic) e ancora Zanchin hanno segnato il passo. Non è stata comunque una passeggiata: la partita, che nei primi 5′ è stata di marca vicentina (brava l’Italservice a reggere l’urto e a non subire gol), è stata poi per lunghi tratti in equlibrio (vedi i primi 18′ sul risultato di 0-0). Poi, nel finale del primo tempo sono iniziati i fuochi d’artificio ravvicinati con 3 gol nel giro di 33 secondi.

 

Negli ultimi minuti della ripresa, sul 5-3 per la squadra di Osimani, il Vicenza, con l’ex Palextra e Pesaro Five Sartori in campo, ha tentato la carta del portiere di movimento riuscendo a pescare solo il colpo del 4-5 con il neoacquisto Garibaldi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>