Rugby, la Guidi Impianti vince a Piacenza: è seconda

di 

9 dicembre 2012

PIACENZA – Il rapido Guidi Impianti Pesaro Rugby non fa sosta a Piacenza. Il convoglio giallorosso infatti attraversa l’Emilia a tutta velocità vincendo per 19-16 contro la Copra Piacenza, scavalcandola in classifica e salendo al secondo posto. Un successo ancora più succulento se si pensa che domenica prossima arriverà a Pesaro il Cus Perugia, al primo posto in classifica. E chissà che Pesaro non farà un altro colpaccio.
Guidi Impianti Pesaro rugby al placcaggio

Guidi Impianti Pesaro rugby al placcaggio

Alla squadra vista a Piacenza d’altronde non manca davvero nulla. Non è da tutti imporsi allo stadio Beltrametti, vero e proprio tempio del rugby piacentino, struttura interamente dedicata alla palla ovale con un terreno da gioco perfetto nonostante la neve del week end. I pesaresi invece, nonostante alcune defezioni importanti sia in mischia che nei trequarti, a differenza delle ultime gare iniziano davvero bene il match. A dare subito il vantaggio ai giallorossi è Diego Ulissi, schierato all’ala, che grazie ad un intercetto torna ritrova la meta. Martinelli trasforma ed è 7-0 per i pesaresi. Piacenza non ci sta e ribalta il risultato grazie ad una meta trasformata e due calci di punizione. Prima dell’intervallo Martinelli accorcia ancora le distanze, con il primo tempo che si chiude sul 13-10 per gli emiliani. Nel secondo tempo sono i pesaresi a crescere e a tenere in mano il pallino del gioco. Con altri due piazzati di Martinelli passano in vantaggio per 16-13, Piacenza impatta, ma l’estremo è bravo a centrare i pali a dieci minuti dalla fine per il 19-16 finale. “Non è stata una vittoria semplice – sottolinea a fine gara il tecnico pesarese Daniel Insaurralde – E’ stato un match equilibrato, dove nel primo tempo abbiamo sofferto in mischia chiusa prendendo poi le giuste misure agli avversari. A fare la differenza è stata la determinazione, il carattere, la voglia di portare a casa la partita. Ora speriamo di continuare sui giusti binari”. Al termine del match grande festa in spogliatoio, ma il tecnico non si azzarda a parlare di serie A: “Il campionato è ancora lungo e dobbiamo restare con i piedi per terra. Ovvio che questa posizione per noi significa tanto. Dobbiamo continuare a lavorare bene e poi a fine anno faremo i conti”.

Classifica:
Cus Perugia punti 34; Guidi Impianti Pesaro punti 29; Piacenza punti 27; Noceto punti 26; Prato Sesto punti 22; Firenze Rugby punti 19; Unione Tirreno punti 17; Viterbo punti 11; Emergenti Cecina e Livorno Rugby punti 9; Reno Bologna e Arezzo punti 6.
La formazione scesa in campo a Piacenza
Guidi Impianti Pesaro Rugby: Martinelli Marco, Ulissi, Sabanovic, Antinori, Panzieri (Jaohuari), Martinelli Mattia, Tarini (Cardellini), Beldowski, Shaho, Sperandio (Minardi), Sanchioni, Battisti, Galdelli, Pizzutti (Casoli), Barbato All. Insaurralde A disp. Angeli, Danieli, Giunti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>