D’Amico e Spacca premiano il Mancio a Fano

di 

10 dicembre 2012

FANO – Il Mancio, al secolo Roberto Mancini, ha ritrovato il sorriso dopo 10 giorni pesanti. Prima l’uscita dalla Champions, poi la sconfitta nel derby con il Manchester United. Questa sera è stato insignito del premio speciale del presidente della Regione. Sul palco del Teatro della Fortuna, con il presidente della Regione e Roberto Mancini, jesino doc trapiantato oggi per lavoro in Inghilterra dove guida il ricchissimo Manchester City campione dell’ultima Premier, anche la presentatrice Sky Ilaria D’Amico. “Forza di volontà, tenacia nel raggiungere un risultato, fantasia e intelligenza creativa, sono queste le caratteristiche dei campioni – queste le motivazioni del premio -. Le stesse doti che Mancini ha dimostrato di possedere. Proprio con queste motivazioni riceverà il Premio speciale del Presidente della Regione in occasione della Giornata delle Marche”. Testimonianza di un impegno – ha detto il presidente Gian Mario Spacca – e di un coraggio, capaci di gettare il cuore oltre gli ostacoli più difficili.

Il Mancio ha parlato della sua esperienza inglese: ‘’Le cose non stanno andando benissimo ma sono sicuro che alla fine faremo una grande annata. Il campionato inglese è il più bello del mondo in questo momento e visto che abbiamo vinto il campionato lo scorso anno si può accettare di perdere una partita all’ultimo secondo… Ringrazio le fiorettiste marchigiane per loro vittoria: è stato l’unico momento in cui ho potuto prendere in giro gli inglesi’’.

 

Ilaria D'Amico, Roberto Mancini e il presidente Spacca sul palco di Fano

La Giornata delle Marche, però, ha portato anche una novità più sostanziosa: è stato depositato dall’impresa Strabag al ministero delle Infrastrutture il progetto definitivo della Fano-Grosseto. Anche l’ospedale Marche Nord – ha rimarcato Spacca – potrebbe trovare una soluzione attraverso questa modalità. “La Regione Marche ha lavorato molto su quest’opera – ha detto ancora il governatore riferendosi alla Fano-Grosseto – facendosi capofila di questo progetto, che coinvolge anche Toscana e Umbria”.

 

Il titolo della serata era “Impegno per vincere nella vita”: l’ 8^edizione Giornata delle Marche ha portato “riconoscimenti che inorgogliscono la comunità che crede nello sport e lo vive con partecipazione ed entusiasmo – ha detto il presidente Gian Mario Spacca -che riconosce agli atleti di essere la dimostrazione tangibile, la testimonianza vera di un comportamento virtuoso ispirato a nobili valori e coraggio, che può essere di esempio per la vita e utile per affrontare momenti difficili come quelli che stiamo vivendo in questo periodo di crisi”. La giornata è quindi servita per ringraziare tutti gli atleti marchigiani, con particolare riferimento agli olimpici, per il loro straordinario esempio e anche per i risultati conseguiti a Londra: dalle fiorettiste Elisa Di Francesca e super Valentina Vezzali a Stefano Cerioni, Emanuele Birarelli, Andrea Bari,  Samuele Papi e Massimo Fabbrizi. Ma anche chi si è fatto onore alle Paralimpiadi: Assunta Legnante (ASD Anthropos Civitanova Marche) e Giorgio Farroni (G.S. Forestale).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>