“Piano B5, ok dalla provincia ma non tutti sono dalla parte delle famiglie e delle imprese

di 

10 dicembre 2012

da Giacomo Mattioli, capogruppo “La Tua Fano”, Presidente Commissione Urbanistica-Ambiente riceviamo e pubblichiamo:

FANO – Apprendiamo con soddisfazione la notizia che la Provincia ha approvato il Piano Particolareggiato delle B5, che permetterà di ampliare alcune case coloniche per garantire alle famiglie delle zone periferiche di non disgregare il proprio nucleo familiare lasciando consentendo ai figli di continuare a vivere accanto ai propri genitori, assicurando loro un futuro a costi molto più contenuti rispetto all’acquisto di una nuova casa.

Mattioli Giacomo

Giacomo Mattioli, capogruppo de La tua Fano

Nonostante i tempi dell’approvazione non siano stati dei più celeri e pur in presenza di qualche “sforbiciata” di troppo effettuata dall’Ente di Via Gramsci, non possiamo non apprezzare le posizioni tenute dagli Assessori fanesi Seri e Minardi, oltre a Galuzzi, che molto opportunamente e con grande senso di responsabilità verso le famiglie e le imprese hanno votato a favore del Piano.

D’altra parte una nota di biasimo si rende necessaria per sottolineare l’operato di chi (Assessori Porto e soprattutto il fanese Rossi) ha votato contro il Piano delle B5 in nome di una dogmatica e sistematica avversione per qualsiasi idea proveniente dalla città di Fano.

A costoro, e in particolare al Vicepresidente della Provincia che come tale dovrebbe rappresentare tutto il nostro territorio, va il nostro disappunto: così facendo, infatti, si dimostrano degni esponenti dei soliti partiti del NO, capaci solo di criticare e opporsi in modo sterile.

Forse dovrebbero rendersi conto che così facendo non fanno un dispetto né ad un Sindaco né ad un’Amministrazione di colore diverso dal loro, ma ai tanti cittadini e alle tante imprese che da tempo attendevano questo parere per porre fine all’iter del Piano.

Da parte nostra ora ci metteremo tutto l’impegno possibile per recepire il prima possibile le prescrizioni della Provincia, arrivare all’approvazione definitiva in Consiglio Comunale e dare ai nostri giovani, alle nostre famiglie e alle nostre imprese l’opportunità di rilanciarsi, senza contare il positivo impatto sul territorio e sul paesaggio legato ai recuperi e alle riqualificazioni.

,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>