Ant, serata Christmas in Swing con ricavato per il Progetto Melanoma

di 

11 dicembre 2012

PESARO – Quest’anno sarà la splendida cornice dell’Hotel Excelsior a far brillare il costante ed impagabile lavoro che da oltre 20 anni medici e infermieri della delegazione ANT di Pesaro e Urbino svolgono assistendo a domicilio e gratuitamente i sofferenti di tumore.

“CHRISTMAS IN SWING”, la serata realizzata con il contributo di Banca Marche ed allietata dallo swing natalizio di tradizione americana dello Skyline Jazz Quintet, avrà luogo il 22 dicembre e il ricavato sosterrà il Progetto Melanoma, altro fiore all’occhiello dell’ANT, che volge lo sguardo ad un aspetto importantissimo: la prevenzione del melanoma cutaneo.

Ma a Natale sono tante le occasioni solidali attraverso cui si può sostenere la Fondazione ANT: le Stelle di Natale, che per tutto il mese di dicembre si potranno trovare nelle principali città italiane offerte dai nostri volontari; “Chi lotta contro un tumore merita una stella”, i biglietti augurali e le confezioni con parmigiano ed aceto di Modena (un aiuto anche nei confronti delle aree terremotate).

Per informazioni sui luoghi e le date è possibile visitare il sito www.ant.it oppure rivolgersi alla sede ANT 0721/370371.

La Fondazione ANT Italia Onlus (www.antitalia.org) – nata a Bologna nel 1978 per iniziativa del prof. Franco Pannuti – rappresenta la più ampia esperienza al mondo di assistenza socio-sanitaria domiciliare gratuita ai sofferenti di tumore.

Dal 1985 ad oggi ANT ha assistito in modo completamente gratuito circa 90.000 sofferenti, 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno, per un totale di oltre 14 milioni di giornate di assistenza erogate (dato aggiornato al 31 dicembre 2011). I sofferenti assistiti nei 20 ospedali domiciliari oncologici ANT (ODO-ANT) presenti in 9 regioni d’Italia sono oltre 3.600 ogni giorno.

Si tratta di un’assistenza specialistica effettuata da 400 professionisti che lavorano per ANT – tra medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, operatori socio-sanitari, farmacisti e funzionari – portando al domicilio del sofferente e alla sua famiglia tutte le necessarie cure di tipo ospedaliero e socio-assistenziale.

A ciò si associano un programma di prevenzione oncologica (ad oggi sono 43.743 le visite gratuite realizzate dalla Fondazione in 44 diverse province nell’ambito del solo progetto Melanoma, cui si affiancano i progetti Donna, Tiroide e Tumori Mammari) e la formazione degli operatori.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>