Ridolfi e Dominici sfidano Insigne jr. E tifosi applaudono

di 

11 dicembre 2012

PESARO – “Fino alla fine forza Vis Pesaro ohohohoh… così si cantava nel pullman bello carico della VECCHIA GUARDIA ‘79, sia all’andata che al ritorno, da una trasferta importante, San Benedetto, stadio da serie A, blasone e tifoseria non certo da serie D. Torniamo con una sconfitta – raccontano i ragazzi della VG ’79 – dopo aver subito due goal frutto di due tiri in porta e poco altro. Non importa, la VIS ha messo sotto per lunghi tratti la squadra di casa, facendo vedere un gran bel gioco, che loro si sognano, e cosa vuol dire essere una vera squadra.

E’ per questo che alla fine, anche se c’è mancato un pizzico di cattiveria e fortuna sotto porta, tutti noi della Vecchia Guardia ed altri tifosi della VIS presenti abbiamo applaudito i nostri gioielli pesaresi e non. Finalmente siamo potuti tornare a SBT a sostenere e cantare per la nostra VIS e per la nostra città, chi c’era lo può testimoniare ci hanno sentiti bene, molto bene, dall’inizio alla fine. La squadra ha dimostrato ancora una volta che se la può giocare con chiunque, anche con quelli che hanno giocatori che con questa categoria non hanno nulla a che vedere, ma noi non molleremo mai, il campionato è ancora lungo e questi ragazzi si meritano questo, del resto non sapremo fare altrimenti è la nostra mentalità, finchè morte non ci separi, non siamo inferiori a nessuno ne dentro ne fuori dal campo. La nostra mentalità è questa, è cantare per la VIS, per i suoi giocatori, perché la VIS per noi è il fine e il suo bene è il nostro bene, di tutto il resto non ci importerà mai niente, lo sanno bene tutti coloro che erano a bordo del pullman a fare baldoria, come solo nel pullman della Vecchia Guardia si fa. VIS ALE’ VIVO PER TE. VECCHIA (((1979 ))) GUARDIA”.

 

NAZIONALE SERIE D: Ridolfi e Dominici sfidano Insigne Jr

Si conclude questo mercoledì al Centro Tecnico Federale di Coverciano la tre giorni della Nazionale di Serie D con i vissini Ridolfi e Giovanni Dominici. Previsto un triangolare amichevole di grande importanza. I 24 ragazzi della D, dopo due giorni di allenamenti sotto gli occhi attenti di Magrini e dello staff tecnico, affrontano alle ore 13.00 la Nazionale Under 19 di Alberigo Evani, dove gioca il fratello di Insigne (per molti, in prospettiva, più forte dell’attuale fantasista del Napoli) e alle 14 la Rappresentativa Nazionale Lega Pro Under 19 di Valerio Bertotto. Due match da 45′ ciascuno con sostituzioni libere, due sfide di altissimo spessore che avranno uno spettatore d’eccezione, il Coordinatore delle Nazionali Giovanili Arrigo Sacchi osserverà lo stato di salute del calcio italiano in prospettiva futura. Per la Rappresentativa del Capo

Vis Pesaro-Isernia, Giacomo Ridolfi

Giacomo Ridolfi. Foto Giardini

Delegazione nonché Vice Presidente Vicario LND Alberto Mambelli (presente all’evento) si tratta di un impegno senza precedenti che darà sicuramente segnali importanti sulla caratura della squadra che parteciperà al prossimo Torneo di Viareggio (sorteggio dei gironi il 9 gennaio). Questa stagione è stata per certi versi rivoluzionaria, l’età dei giocatori selezionabili si è abbassata in media di due anni per dare ancora più prospettive di crescita ai ragazzi e rispondere alle nuove esigenze del Torneo a cui potranno partecipare solo calciatori classe ’94, ’95 e 96′ con l’eccezione di quattro fuoriquota del ’93. Tutti e ventiquattro i convocati per lo stage sono giocatori di proprietà delle società della D.

 

ANCONA, RIVOLUZIONE. MA RESTANO (PER ORA) GENTILINI E OBBEDIO

L’ANCONA ha presentato oggi i tre nuovi acquisti: Luigi Artiaco, classe 1980, seconda punta, proviene dall’Isernia dove ha segnato 9 gol nel campionato in corso, 19 goal nella passata stagione col Trani sempre in D.

Luigi Palumbo arriva svincolato dall’Isernia: classe 1991 esterno destro, 2 gol all’attivo nella stagione in corso coi molisani. Infine Ciro Carezza, 1994, è un terzino destro  proveniente dalle giovanili del Napoli, quest’anno ha giocato nelle file dell’Ischia.

I dorici sono sempre sulle tracce del centrocampista argentino Lezcano, ex Marino, l’attaccante Chiaria e il difensore centrale Eramo dall’Arezzo. In uscita si segnala però un nome pesante: il pesarese Alex Ambrosini.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>