Scioperano anche i lavoratori della sanità privata

di 

12 dicembre 2012

 

Da Lanfranco Biagiotti di Fp Cgil Pesaro Urbino riceviamo e pubblichiamo:

 

PESARO – Circa 200 i lavoratori hanno partecipato alla manifestazione dell’11 dicembre indetta dalla FP CGIL Marche in occasione dello sciopero generale della sanità privata, con punte di massima adesione vicine al 95% dei lavoratori.

Lanfranco Biagiotti

La sanità privata nelle Marche conta circa 1700 addetti e, forse non tutti lo sanno, è presente anche nella nostra provincia: il Santo Stefano che comprende con due centri di riabilitazione, uno a Macerata Feltria con 40 posti letto di cui 30 dedicati alla riabilitazione intensiva extraospedaliera e 10 dedicati all’assistenza di pazienti con gravissime disabilità mentre l’altro si trova a Cagli con 20 letti di riabilitazione ospedaliera intensiva.

Anche ai lavoratori di queste strutture sarà applicato il nuovo contratto Aris che prevede, come per i loro colleghi di Porto Potenza Picena, Filotrano, Civitanova, Ancona, Ascoli e Villa Igea,l’aumento dell’orario di lavoro da 36 a 38 ore e l’abbassamento dello stipendio a parità di mansioni per i giovani assunti.

Tali inaccettabili contenuti vanno aggiunti all’altrettanto inaccettabile ritardo dei rinnovi contrattuali fermi dal biennio 2005/07, nonostante che le strutture sanitarie private accreditate abbiano già ricevuto, dalla Regione Marche, le risorse necessarie ai rinnovi contrattuali 2008-2009.

Una delegazione di lavoratori ha incontrato l’Assessore Mezzolani e i consiglieri regionali Badiali, Bucciarelli e Comi per illustrare le ragioni della protesta.

La protesta ha avuto già una prima risposta dalla Regione Marche che attraverso il Presidente della Commissione consiliare Francesco Comi ha convocato le organizzazioni sindacali per un’audizione già domani giovedì 13 dicembre.

Inoltre, l’assessore regionale Almerino Mezzolani convocherà i datori di lavoro e le organizzazioni sindacali nei prossimi giorni. Uno sciopero, quello della FP CGIL, contro il nuovo contratto ARIS che destinato a non concludersi con una sola iniziativa con altre manifestazioni di protesta indette nelle singole sedi del Santo stefano oltre quella già prevista per il prossimo gennaio 2013


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>