Federica Stufi beniamina dei Balusch

di 

13 dicembre 2012

PESARO – Domenica i Balusch che hanno seguito la Kgs Robursport a Bologna hanno tifato per una squadra più una giocatrice. La giocatrice avversaria, che piace da tempo alla tifoseria pesarese, è Federica Stufi. Di lei ha parlato bene un’ex colibrì, Anna Swiderek che con Federica ha giocato a Santa Croce, in serie A2. La centrale fiorentina, 22 anni d’età e 186 centimetri d’altezza, ha cercato di fare la sua parte, ma oggettivamente il momento dell’Idea Volley 2002 è difficile.

Federica Stufi in azione

“E’ arrivato il momento di dimostrare di avere gli attributi, perché la situazione è davvero difficile sia psicologicamente sia fisicamente, ma anche in tutto il resto. Dobbiamo affidarci al nuovo allenatore che sta impostando il suo stile di gioco, ma non basta una settimana per cambiare completamente. Noi dobbiamo dare un contributo emotivo e soprattutto caratteriale. Serve una reazione di squadra. Io ci credo e voglio che anche le mie compagne ci credano: possiamo giocare in serie A1. Per allenarci, lavoriamo tanto, magari pecchiamo nel carattere, ma adesso è necessario mostrare tutte le nostre qualità in campo. Iniziano gli scontri con chi ci precede in classifica, ci servono per dimostrare che ci siamo, che possiamo vincere o almeno giocarceli al tie-break. Io sono positiva e non mollo e sono convinta che non molleranno neppure le mie compagne”.

Avete resistito un set…
“Dimostrando di potercelo giocare. Il secondo è iniziato per noi quando era già deciso. E comunque siamo riuscite a mettere ancora in difficoltà Pesaro, anche se il distacco era troppo grande. Il terzo set non l’abbiamo giocato proprio. Mi dispiace di non avere dato il contributo in attacco che avrei voluto dare. Pesaro è una bella squadra, però l’abbiamo fatta convincere di farcela sommando un errore stupido dietro l’altro. Loro sono grandi atlete, e si sono esaltate…”.

Mentre parliamo con Federica, siamo circondati dai Balusch, convinti che prima o poi la centrale verrà a Pesaro.
“Mai dire mai…” commenta lei, mentre un tifoso pesarese aggiunge: “Stanno facendo la quarta corsia in autostrada per portarti da noi”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>