“Fossombrone: una storia dipinta”: mostra del maestro urbinate Franco Fiorucci

di 

14 dicembre 2012

FOSSOMBRONE – “Fossombrone: una storia dipinta”. Questo il titolo della mostra dell’urbinate Franco Fiorucci che tutti avranno la possibilità di ammirare durante queste feste natalizie. Opera pittoriche (acquarello, tempera, oli, eccetera) dedicate alla città di Fossombrone.

La mostra partirà sabato 22 dicembre, presso la chiesa di San Filippo, alle 17, con l’inaugurazione. La mostra di pittura “Fossombrone: una storia dipinta” del maestro Franco Fiorucci si concluderà il 6 gennaio.

Fin da ragazzino Fiorucci ha avuto la passione per la pittura, influenzato dal padre e soprattutto dallo zio materno che dipingeva con gli acquarelli Rembrandt.

Giorgio De Chirico, nel 1973, di lui diceva che “i suoi acquerelli sono di qualità superiore, assai rara oggi”. L’artista è considerato uno dei più prestigiosi disegnatori e acquarellisti oggi in attività. Le sue opere si trovano in tante collezioni private e gallerie nazionali. Dagli anni Ottanta segue con successo un corso di acquarello a Pesaro di cui sono emerse notevoli personalità nel campo della tecnica.

La mostra, ad ingresso gratuito, sarà divisa in due punti : la Chiesa di S.Filippo e l’androne di palazzo Cattabeni.

FOSSOMBRONE : UNA STORIA DIPINTA
Mostra ad ingresso gratuito

orari e giorni d’apertura:
dalle 16 alle 19
lunedì giorno di chiusura

2 Commenti to ““Fossombrone: una storia dipinta”: mostra del maestro urbinate Franco Fiorucci”

  1. nn scrive:

    Salve,
    ritengo la notizia pubblicata inesatta.
    L’evento che presentate non è del prof. Fiorucci, bensi la mostra degli allievi che, negli anni (più di venti), hanno frequentato o frequentano ancora, la sua scuola di acquerello. Fiorucci ha selezionato le opere e cura l’allestimento della mostra, ma chi, leggendo l’articolo, dovesse andare a Fossombrone aspettandosi di vedere le sue opere, probabilmente rimarrà deluso. Credo sia opportuo, nell’interesse del prof. Fiorucci e perchè no, dei suoi allievi, che venga data la notizia corretta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>