Kgs Robur in festa per il matrimonio di Moreno Pino

di 

14 dicembre 2012

PESARO – La Kgs Robursport prepara il derby di domenica. Oggi il programma prevede al mattino seduta di pesi e tecnica al PalaSnoopy, al pomeriggio – dalle ore 17,30 alle 20 – tecnica al PalaCampanara.

Kenny Moreno Pino

A disposizione di coach Pistola una squadra incompleta. Manca una giocatrice, e che giocatrice: Kenny Moreno Pino.

Il programma odierno di Kenny è assai più importante di una pure importante doppia seduta di allenamento: oggi Kenny si sposa. La scorsa estate, la formidabile italo-colombiana aveva deciso di appendere le scarpe al classico chiodo. Ma quando la Kgs l’ha contattata offrendole il ruolo di opposto lasciato libero da Serena Ortolani, in attesa del primo figlio, Kenny ha detto sì. Un sì che ha fatto felice tutta la pallavolo pesarese, ma certamente meno importante del sì che Kenny pronuncia oggi, diventando la signora De Vecchi. Un’anticipazione era arrivata già dalla maglia, bianca o rossa, indossata da Kenny, che porta il cognome del marito.

Alla coppia i più fervidi auguri della redazione di www.pu24.it.

Lei, gli auguri, anzi il regalo di nozze, se l’era fatto domenica scorsa, con la collaborazione delle compagne: la vittoria e i tre punti conquistati a Bologna.

“Ci volevano, eccome! All’inizio eravamo tese perché le partite che sembrano sulla carta più facili spesso si complicano e ti creano problemi. Sono contenta perché abbiamo fatto bene, giocando di squadra. Era tutto il gruppo che voleva vincere per concretizzare una settimana di allenamenti”.

Ci raccontava coach Pistola che non è facile lavorare bene dopo le sconfitte, e voi ne avevate perse due di fila, in casa. Eravate un po’ deluse, forse anche poco tranquille.

“Dobbiamo essere tranquille, la squadra c’è. Il talento non ci manca, ci sono tante ragazze davvero brave. Sta a noi lavorare bene e non dimenticare che se abbiamo perso alcune partite in casa, siamo riuscite a battere anche squadra forti. E’ importante, però, fare punti in ogni partita, anche quando va male. Pazienza se si perde, ma giocando, non come contro Conegliano”.

Quasi quasi vi converrebbe giocare sempre in trasferta: tre vittoria su quattro partite lontano da Pesaro…
“No, no, vogliamo giocare in casa per regalare soddisfazioni ai nostri tifosi”. Lo dice circondata dall’affetto dei Balusch che domenica – siamo certi – le regaleranno un grande abbraccio, un augurio ricco d’affetto per il suo matrimonio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>