Tra proteste e occupazioni: la mobilitazione degli studenti

di 

14 dicembre 2012

Mamiani occupato

Mamiani occupato (foto Radio Incontro)

PESARO – La protesta monta da una scuola all’altra. Una settimana fa ha aperto la strada il Mengaroni, hanno seguito l’esempio il Genga e il Bramante, il Santa Marta e il Branca fino al Mamiani.

“La lista dei motivi della protesta è lunga e risaputa – ha spiegato al Messaggero, in un articolo a firma Daniele Sacchi, la rappresentante d’istituto del Mamiani Chiara Vitali – Dai tagli ai fondi che snobbano la scuola pubblica che versa in un disinteresse sempre più dilagante. Oltre ad un sistema della didattica che non è più al passo coi tempi. Ecco perché in questi giorni vogliamo pure costruire un’alternativa di scuola vivibile 24 ore su 24 all’insegna di progetti concreti”.

In tutti gli istituti si è optato per la formula di massiccia occupazione pomeridiana e più limitata permanenza notturna, senza intralcio alle lezioni mattutine. L’agitazione studentesca culminerà domattina, con un corteo degli studenti in centro storico e una manifestazione, probabilmente in piazzale Lazzarini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>