Viagra mescolato con l’Ecstasy: arrestati 5 pesaresi

di 

14 dicembre 2012

viagra

PESARO – Sgominata dalla Guardia di Finanza e dalla polizia di Stato organizzazione dedita al traffico di medicinali contraffatte. Nell’ambito dell’operazione Jackal arrestate cinque persone e sequestrate oltre 8.000 pasticche di viagra, che mescolato con l’ecstasy creare il cosiddetto effetto rave combination.

Nella mattinata odierna, i militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Pesaro, unitamente a personale della squadra mobile della Questura, hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip del Tribunale di Pesaro, quattro uomini e una donna, tutti residenti nel Pesarese, in quanto considerati responsabili del reato di ricettazione e detenzione ai fini della vendita di farmaci contraffatti, nello specifico 8.012 pasticche di viagra, sottoposte a sequestro e risultate, a seguito di analisi tossicologiche, contraffatte.

Il sodalizio criminoso aveva costituito una articolata rete di rapporti, ognuno con un ruolo ben preciso, finalizzato alla commercializzazione delle pasticche da effettuare presso i locali della riviera marchigiana e romagnola. Più in particolare, il viagra mescolato con l’ecstasy crea il cosiddetto rave combination, miscela estremamente pericolosa per gli assuntori, che provoca effetti devastanti nel fisico e nella psiche.

Le indagini avrebbero evidenziato la contraffazione del marchio apposto sui prodotti sequestrati e la pericolosità degli stessi, trattandosi di medicinali provenienti dal mercato clandestino, privi di ogni controllo di qualità ed affidabilità.

In particolare, le attività di intercettazione avrebbero rivelato l’intenzione dei malviventi di spacciare il prodotto alterato soprattutto a giovani abituali frequentatori di discoteche e locali d’intrattenimento ad un prezzo di circa 10 euro a pasticca.

Tra gli arrestati figurerebbero anche i titolari e gestori di un esercizio di vendita al dettaglio di prodotti di erboristeria non alimentare e di integratori alimentari nonché di una tabaccheria nel capoluogo pesarese.

Gli arrestati sono stati tradotti presso la casa circondariale di Villa Fastiggi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>