Mattioli: “Salvare la dogana, missione compiuta”

di 

20 dicembre 2012

da Giacomo Mattioli, Capogruppo “La Tua Fano”, riceviamo e pubblichiamo:

FANO – Esattamente un anno fa la Direzione Doganale di Ancona propose alla Direzione Interregionale di Bologna “la soppressione a breve medio termine della Sezione Operativa Territoriale (S.O.T.) dell’Agenzia delle Dogane di Fano” comunicandolo anche al Sindaco di Fano.

Giacomo Mattioli

Da quel momento l’Amministrazione si è attivata per fare in modo di scongiurare questa sciagurata possibilità; la discussione è stata portata anche in Consiglio Comunale grazie a una mozione presentata dai Capigruppo di maggioranza (Mattioli per “La Tua Fano”, Cicerchia per il PDL, Cecchi per l’UDC e Marinelli per l’API) per il mantenimento della S.O.T. delle Dogane di Fano.

Tale mozione, approvata all’unanimità, impegnava il Sindaco e la Giunta a fare tutto il possibile per evitare la chiusura dell’ufficio doganale di Fano attraverso un percorso volto a intensificare i contatti con l’Agenzia delle Dogane per individuare un immobile, tra quelli di proprietà del Comune di Fano, avente i requisiti necessari per trasferire l’attuale S.O.T. di Fano nel rispetto delle norme di sicurezza e delle esigenze di spazi della S.O.T. stessa, e proponendone l’assegnazione all’Agenzia delle Dogane in modo da poter scongiurare la chiusura della S.O.T. di Fano ed anzi potenziandola, per far fronte al carico di lavoro che quotidianamente deve sostenere in modo ancor più efficace. In particolare, si propose il trasferimento presso alcuni locali in zona CODMA che il Comune avrebbe potuto cedere in comodato d’uso gratuito per trasferire gli uffici doganali.

Ebbene dopo un anno di lavoro costante, dopo un anno di contatti continui ma anche di incertezze legate a richieste talvolta esagerate da parte dell’Agenzia delle Dogane, oggi possiamo tirare un sospiro di sollievo e prendere atto che la trattativa è andata a buon fine, addirittura più del previsto: infatti nella zona CODMA si trasferiranno non solo la sede fanese che attualmente si trova al porto, ma anche tutti gli uffici provinciali delle Dogane.

La Dogana di Fano è sempre stata un punto di riferimento fondamentale per tutte quelle aziende, sia fanesi sia dell’entroterra, che intrattengono rapporti di import/export con l’estero e che, con la crisi economica in corso, riescono a sostentarsi solo grazie ai rapporti commerciali con l’estero, in particolar modo con i Paesi extra UE.

Chiudere la Dogana di Fano avrebbe assestato a queste aziende un ulteriore colpo, dopo quelli già inferti dalla crisi economica, e di fatto precluso o comunque ostacolato uno dei pochi canali redditizi che consente loro di continuare a lavorare e a garantire un impiego ai propri dipendenti; per questo vogliamo ringraziare l’Amministrazione, in particolare nelle persone del Sindaco Aguzzi e degli Assessori Severi e Santorelli, per aver preso a cuore il problema e per avere di fatto scongiurato l’eventualità della chiusura.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>