L’Africa Chiama, Confesercenti risponde

di 

21 dicembre 2012

PESARO – Auguri soltanto via e-mail per regalare un sorriso a un bambino in difficoltà. Anche quest’anno Confesercenti di Pesaro e Urbino ha deciso di inviare i propri auguri di Natale tramite posta elettronica e di devolvere l’importo risparmiato per cartoline e spedizioni postali a un ente impegnato nel sociale.

Roberto Borgiani

Roberto Borgiani

“Abbiamo deciso di sostenere i progetti dell’associazione “L’Africa Chiama Onlus” che opera in Kenya, Tanzania e Zambia con interventi concreti a favore di oltre 10.000 bambini e ragazzi in difficoltà – afferma il presidente provinciale Confesercenti Alfredo Mietti – Bambini che vivono con meno di un euro al giorno, ai quali spesso non sono assicurate nemmeno le risorse alimentari primarie”.

Il contributo di Confesercenti permetterà di garantire il servizio di mensa scolastica per un anno a 4 bambini che frequentano la scuola materna ed elementare Vendramini nella baraccopoli di Soweto a Nairobi, in Kenya.

“Nella zona di Soweto, Jua Kali e Marangeta – spiega Italo Nannini, presidente de L’Africa Chiama Onlus-Ong – la maggior parte delle famiglie con 4 e più bambini guadagna da vivere con lavori saltuari in nero, in questa situazione molti bambini riescono a mangiare solo una volta al giorno, la sera. Una dieta inadeguata impedisce un buon apprendimento e si riflette in povere performance scolastiche. Per questo motivo L’Africa Chiama ha avviato in collaborazione con le suore Francescane Elisabettine, che gestiscono la scuola materna Vendramini a Soweto e la scuola primaria a Jua Kali, il programma di mensa scolastica rivolta a 800 bambini e attiva cinque volte a settimana”.

“Il nostro è certamente un piccolo aiuto in un mare di necessità e di problemi – aggiunge Roberto Borgiani direttore provinciale Confesercenti – ma è comunque un segno di attenzione e di speranza nei confronti dei più poveri e dei più piccoli del mondo. Un modo anche per ridare un senso al Natale e riscoprirne il valore più vero”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>