“Le forme del lavoro”, premiati studenti e presentato il progetto su orientamento e autoimprenditorialità

di 

21 dicembre 2012

PESARO – Sono Gianfilippo Schiavoni e Andrea Pizzichelli, della classe IV A (sezione Grafica) dell’Istituto “Olivetti” di Fano i vincitori del concorso per la creazione del logo e dello slogan del progetto “Le forme del lavoro”, che intende favorire l’occupabilità dei giovani sia sul versante del lavoro dipendente che dell’autoimprenditorialità. Una menzione speciale è stata invece assegnata ad Angela Baioni, sempre dell’Olivetti.

Premiazione studenti vincitori

Gli studenti vincitori de "Le forme del lavoro"

Dopo i saluti dell’assessore alla pubblica istruzione Alessia Morani, i vincitori sono stati premiati dall’assessore alle pari opportunità Daniela Ciaroni, dal dirigente del servizio Formazione Lavoro Massimo Grandicelli, dal responsabile Area formazione Claudio Andreani e dalla presidente della giuria Stefania Geminiani, nel corso della presentazione del progetto che vede la Provincia come ente capofila (partner la Provincia di Rimini e la Camera di Commercio di Pesaro e Urbino).

Si tratta di un percorso innovativo che coinvolge 5 istituti superiori (Itis “Mattei” di Urbino, “Polo scolastico 3” di Fano, Itis “Cecchi” di Pesaro, Istituto “Santa Marta – Branca” di Pesaro, “Ipsia Benelli” di Pesaro), per un totale di circa 200 studenti e 10 docenti. Partendo dal presupposto che il mondo del lavoro è profondamente cambiato, l’obiettivo è di offrire gli strumenti per fare scelte consapevoli ed efficaci. Il tutto, a partire dalla “formazione dei formatori”, cioè degli insegnanti coinvolti, che entreranno nelle imprese per poi orientare a loro volta gli studenti. Come evidenziato da Paola Mancini (project manager) e Giovanni Pelonghini (coordinatore del progetto), il percorso si diramerà in due direzioni: lavoro dipendente e autoimprenditorialità. Nel primo, dopo un periodo di formazione per far comprendere le tendenze in atto nel mondo del lavoro e le nuove opportunità (green economy, economia digitale ecc.), è prevista la possibilità per 30 ragazzi di svolgere per un mese tirocini in azienda. Nel secondo, i giovani verranno formati e aiutati da consulenti a definire la propria idea imprenditoriale e a realizzare il business plan, con la possibilità di fare anche un’esperienza all’estero presso un imprenditore dello stesso settore. Intraprendenza, attivismo, disponibilità a mettersi in gioco e tanta passione sono gli ingredienti indicati da giovani imprenditori (Massimiliano Londei della “Sinergie Consulenze” di Pesaro, Daniele D’Alba della “Townet srl” di Cagli e Manuela D’Ubaldo del Laboratorio “Artelier” di Pesaro), che hanno portato la loro testimonianza, dando preziosi consigli agli studenti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>