Sesso al night, il titolare patteggia 2 anni e una multa

di 

22 dicembre 2012

GABICCE – Era un po’ come il segreto di Pulcinella: il vero spettacolo iniziava dopo. Bastavano 100 o 200 euro, a seconda della prestazione, è le artiste (12 ragazze provenienti dalla Romania) facevano l’extra. S.P. e la sua compagna S.I. facevano affari d’oro con il loro night “Pin Up” di Gabicce. Per i carabinieri è stato facile capire come funzionasse: è bastato fingersi clienti, guardare gli spettacoli e capire subito che il meglio dove ancora venire.

night club

Foto d'archivio tratta dal web

Anche in aree aperte al pubblico, alla luce… dei riflettori. L’accusa era di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione su indagine del pm Maria Letizia Fucci. Davanti al gup, il titolare del night difeso dall’avvocato Raffaella Ricci, ha patteggiato la pena a 2 anni di reclusione e 800 euro di multa mentre la compagna ha patteggiato un anno e 8 mesi di reclusione.

Entrambi sono rimasti a piede libero e – come ricostruisce il Carlino – è stata curiosa la confisca, in quanto il giudice ha stabilito che fossero confiscati i soldi trovati in tasca a Pagnoni al momento dell’arresto, ovvero 700 euro, perché considerati il guadagno della prostituzione che avveniva nei privè dei locali, mentre gli sono stati restituiti 600 euro trovati nel registratore di cassa. Quest’ultimi sono stati considerati “regolari” perché provenienti da lavoro del bar.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>