Pistola: “Il bilancio della KGS è soddisfacente”

di 

27 dicembre 2012

PESARO – Tutte a casa! Subito dopo la conclusione della partita con l’Icos Crema, in quella che passerà alla storia per l’orgoglio e la dignità di sei (più due) ragazze e del loro coach Barbieri, sono scattate le vacanze invernali della Kgs Robursport.

Coach Pistola

Coach Pistola ha dato appuntamento a martedì 1 gennaio 2013. Il pomeriggio del nuovo anno riprenderà la preparazione in vista della prima partita del girone di ritorno, in programma alle ore 16 di domenica 6 gennaio, quando al PalaCampanara sarà di scena l’Assicurazione Milanese Modena, che mercoledì ha reso la vita difficile alle campionesse d’Italia, perdendo al tie-break dopo avere condotto 2-1.

In vacanza, dunque, e la più invidiata, nei saluti del dopo Icos, è stata Lauren Gibbemeyer, in partenza per Rio de Janeiro, per il caldo del Brasile.

“E’ una vacanza meritata per tutti noi – spiega coach Pistola – perché da settembre non abbiamo staccato mai…”.

Meglio così, anche per dimenticare una delle più brutte partite di pallavolo viste a Pesaro: il primo set è stato inguardabile.
“E’ stato faticoso trovare concentrazione, stimoli e fluidità di gioco. Siamo partite contratte perché sapevano che davanti c’era una squadra in evidente difficoltà. In teoria bastava il minimo per fare punti. Invece siamo partite ancora più contratte del solito ed è venuto un set davvero inguardabile. Un po’ meglio negli altri due, ma lascerei stare giudizi tecnico-tattici, questa partita non può fare testo”.

E’ proseguito l’esperimento iniziato a Giaveno: Kenny Moreno Pino schiacciatrice, Muresan opposto…
“A Giaveno, Kenny aveva giocato molto bene. Stasera è partita malissimo, ma in panchina non abbiamo grandissime alternative ed è obbligatorio variare quanto abbiamo per trovare soluzioni in più. Avere alternative non fa male”.

Si è rivista in campo, dalla prima palla, Elisa Manzano, già grande protagonista nel successo di Giaveno. Una scelta tecnica?
“Sì, Elisa si stava allenano bene già da tempo, ma ha dovuto fare i conti con alcuni contrattempi (due volte l’influenza e una lieve distorsione a una caviglia). A Giaveno ha dato un grande contributo e stasera meritava di giocare lei. Per fortuna, abbiamo tre centrali di buon livello, chi se lo merita di più, gioca”.

Il girone di andata ha portato 15 punti: è il giusto bilancio? Sperava in qualcosa di più?
“Come punti, non male, e così avere vinto 6 partite su 11. Il bilancio è positivo, anche se resta il rammarico per non avere giocato al meglio alcune partite casalinghe – leggi Conegliano e Urbino – ma abbiamo conquistato punti in altre partite che sembravano impossibili. Quello che non è positivo è l’atteggiamento della squadra, che molte volte è stata troppo remissiva, fragile caratterialmente. Vedremo alla ripresa se sarà possibile fare un salto di qualità sotto questo aspetto”.

Coach, da uomo di sport: l’anno scorso Conegliano, quest’anno Crema e altre società in difficoltà. Per la pallavolo femminile è un pessimo momento.
“E’ palese che siamo un movimento molto malato. Queste continue defezioni ne sono la testimonianza più evidente. Se non ci daremo regole più precise e non metteremo in atto controlli più severi, faremo una brutta fine. Speriamo che i dirigenti comincino a fare le cose più seriamente, più correttamente”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>