Fano, botto… Del Core: “Possiamo salvarci”

di 

5 gennaio 2013

FANO – L’Alma Juventus Fano comunica, con grande soddisfazione, di essersi assicurata le prestazioni sportive del calciatore Umberto Del Core. L’Attaccante classe 1979, ha iniziato la stagione al Martina Franca in Seconda Divisione per poi rescindere il contratto nel mese di novembre. Classico giocatore che, in virtù delle sue doti tecniche, può ricoprire tutti i ruoli dell’attacco, compreso quello di prima punta. Lo cercavano in molte, Ancona compresa, lui ha scelto l’Alma.

Del Core in posa tra le maglie del Fano

Calcisticamente muove i primi passi nel Bisceglie e si mette in mostra nel campionato di serie D con L’Altamura e il Renato Curi. Dopo le sempre più convincenti prestazioni al Tricase, è acquistato dall’Ancona in serie B. In catedetteria però non riesce ad esordire poiché viene ceduto al Taranto e al Foggia. L’esordio in serie B arriva però nel 2004 con la maglia dell’Arezzo, dove il tecnico Pasquale Marino gli dà fiducia e spazio.

La stagione sicuramente da incorniciare è quella 2005-2006, quando passa al Catania, e il 28 maggio 2006 segna il gol del 2-1 contro l’Albinoleffe che significa per il Catania la promozione diretta in Serie A. Dopo aver collezionato 11 gettoni nella massima serie (di cui due da titolare), a gennaio 2007 viene ceduto in comproprietà al Cesena. Nel 2007-2008 Del Core ritorna al Catania e con la squadra siciliana svolge solo il ritiro precampionato poiché durante l’ultimo giorno di calciomercato si trasferisce al Foggia. L’avventura del fantasista in Puglia termina a gennaio del 2009 dato che firma un contratto triennale con il Perugia.

Nel mese di ottobre del 2010 passa all’Andria, dove rimane per due stagioni sfornando ottime prestazioni che hanno permesso alla squadra di salvarsi in entrambi gli anni. All’inizio di questa stagione è acquistato dall’ambizioso Martina Franca, anche se nel mese di novembre rescinde il contratto.

Si è messo subito al lavoro questa mattina allenandosi allo stadio Mancini nonostante avesse sulle spalle più di 500 chilometri di viaggio. Questo la dice lunga su come Umberto Del Core sia carico e non veda l’ora di tuffarsi subito in questa nuova avventura professionale.

 

Posso dire di sentirmi come a casa – afferma il fantasista barese – perché conosco gran parte della squadra, compreso tutto lo staff tecnico. Questa è stata una trattativa molto lunga poiché già da giungo il direttore sportivo Giuseppe Pompilio, che ringrazio per la stima nei miei confronti, ha iniziato a cercarmi con insistenza. Poi, quando la società granata ha veramente dimostrato di volermi mettendomi al centro di questo progetto, ho deciso di accettare, rifiutando altre proposte di società di categoria superiore”.

 

Il fantasista barese è anche convinto che questa società abbia le potenzialità per raggiungere la salvezza.

 

Nella mia carriera ho imparato che si può raggiungere un obiettivo solo se ci si crede fino in fondo mettendoci anima e corpo. Poi questa squadra è caratterizzata da elementi importanti che possono fare veramente la differenza”.

 

E su se stesso dice: “Personalmente voglio fare bene cercando di aiutare questa squadra a salvarsi. Ad Andria, lo scorso anno, la situazione era veramente drammatica e, nonostante questo, siamo riusciti ugualmente a venirne fuori senza passare per la lotteria dei play out”.

 

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>