Rossi (Fap): “La provincia è in dafault e nomina un altro assessore: vergognoso”

di 

7 gennaio 2013

PESARO – Il movimento locale e territoriale “Fronte di Azione Popolare Pesaro-Urbino” attacca duramente la nomina di Domenica Papi ad Assessore provinciale. Parla il presidente del FAP Giacomo Rossi: “In una periodo di crisi come questo ed in una Provincia in default come la nostra con 130milioni di debiti, e’ assurdo nominare un altro Assessore. Questa nomina non ha senso ed è frutto degli accordi interni al Partito Democratico; in sostanza Papi ha appoggiato alle primarie il trio correntizio, Marchetti, Morani e Bersani (che a sua volta nominerà sottosegretario Matteo Ricci) e così facendo lo stesso Papi, ha guadagnato una poltrona pagata dalla gente, come se già non gli bastassero gli 8.000 euro all’anno di rimborsi benzina che già percepisce come consigliere provinciale! Nulla quindi che abbia a che vedere con la democrazia e con il governo del Territorio! Tra l’altro lo stesso Ricci si lamenta che le Provincie hanno perso potere d’azione ed hanno un futuro incerto; nominare un altro Assessore adesso ha dell’incredibile! Non solo; un altro Assessore si sarebbe dovuto nominare solo e dopo che la Morani sarebbe stata eventualmente eletta, ma lo stesso assessorato non avrebbe avuto comunque senso visto che poi mancherà meno di un anno al rinnovo della Provincia che tra l’altro, non si sa nemmeno se esisterà più. Saremmo stati benissimo senza un Assessore che invece ci costa solo soldi. Ricci ha svenduto i nostri beni primari come le quote dell’acqua per fare cassa e poi regala quattrini pubblici ai suoi fedeli”. Ribadisce Rossi: “Quello che ci infastidisce di più è che dietro tutta questa sceneggiata il presidente Ricci abbia messo la necessità di rappresentanza dell’Entroterra; una scusa davvero banale alla quale non crede nessuno. Si sciacqui bene la bocca Ricci quando parla del nostro Entroterra e non venga a prenderci in giro”. Conclude il presidente del FAP: “Ricci inaugura in maniera pessima questo il 2013 come altrettanto pessimamente aveva concluso l’anno precedente. Di fronte a questo ennesimo scandalo tutta la miriade dei partiti perbenisti continuano a tacere?Basta davvero con questa politica!”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>