Ultimatum all’Icos che non esiste più: la Lega tocca il fondo

di 

8 gennaio 2013

PESARO – Ci dispiace dirlo, ma avevamo ragione nel ritenere prima di tutto scorretta e poi inefficace la decisione della Lega Pallavolo Serie A Femminile di rinviare la partita tra Icos Crema e Rebecchi Nordmeccanica Piacenza, in programma domenica scorsa, al prossimo 29 gennaio. Lo aveva fatto, spiegavano in Lega, per consentire a un imprenditore locale o a una cordata esterna, di subentrare al precedente proprietario che però si era già chiamato fuori.

Oggi, senza che l’incaricato della Lega, il vicepresidente, abbia concretizzato le ipotesi da lui avanzate, con tre giocatrici che hanno già trovato una nuova squadra (Saccomani a Giaveno, Lehtonen in Finlandia e Nucu alla Dinamo Bucarest) e altre sul piede di partenza, la Lega Pallavolo Serie A Femminile, con un umorismo degno di migliori fortune, ha inviato un ultimatum all’Icos Crema, che nei fatti non esiste più!

“Il CdA ha chiesto alla Società Crema Volley di comunicare entro la giornata di domani se sussistano ancora le condizioni per confermare la sua partecipazione al prosieguo del Campionato di Serie A1”.

Così, entro mercoledì, Crema deve fare sapere cosa intende fare. E se arrivasse una risposta alla Totò? No, non il mi faccia un piacere, ma la pernacchia! Di sicuro, la partita tra Chateau d’Ax Urbino e Icos, che sarebbe in programma il 20 gennaio al PalaMondolce, non si giocherà. A meno che in Lega non abbiano ancora voglia di farci (sor)ridere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>