DelVecchio: “Nessuna erogazioni liberale e discrezionale a Fano”

di 

10 gennaio 2013

Dall’assessore comunale di Fano DelVecchio riceviamo e pubblichiamo

 

Davide Delvecchio, Udc

L'assessore Davide Delvecchio

FANO – In relazione all’articolo di stampa sui “contributi” riconosciuti ad 8 associazioni, con Delibera n.° 527 del 27/12/2012, vorrei precisare che non ci sono erogazioni liberali e discrezionali come descritte nell’articolo di stampa né erogazioni effettuate con motivi generici o per beneficenza.

Nell’elenco dei beneficiari della delibera n. 527/12 ci sono attività in convenzione e stretta collaborazione con il Comune di Fano settore Servizi Sociali che si occupa di persone Adulte, Anziani, Minori, Stranieri, Disabili:

 

C.B. Mattei per trasporto disabili: maggiori servizi richiesti per nostre esigenze di servizio, con maggiore costo di carburante e/o mantenimento-manutenzione mezzo di proprietà comunale;

 

F.F.S., iniziative del Comune di Fano per l’alfabetizzazione informatica per anziani: corsi per anziani organizzati in collaborazione con la fondazione fano solidale;

 

Associazioni Bocciarte, Non Solo Donna, La Dimora onlus, per sostegno alle famiglie: in particolare dopo scuola, progetti integrati con la scuola per disabili e minori in difficoltà.

 

Tutti questi progetti sono stati seguiti, concordati e patrocinati dal Comune di Fano.

 

Sono anche presenti i fondi di gestione annuale dei club e orti anziani, che sono 21 sul nostro territorio.

 

Inoltre, con la delibera n. 528 del 28/12/2012 abbiamo ricevuto il resto dei fondi per i club anziani gestione annuale ed inoltre erogato ;

 

€ 10.000,00 per Opera Padre Pio con la quale abbiamo, una convenzione per pasti e sostegno per non abbienti,

 

€ 1.000,00 per l’Africa Chiama per per la settimana Africana Regionale che si svolge a Fano

 

€ 1.000,00 per Circolo Acli Burrai di Cuccurano per le iniziative estive e autunnali con bambini e adolescenti in collaborazione con le Scuole del territorio.

 

In merito alla fase dell’erogazione, si è ritenuto di applicare per analogia a quanto disposto dalla Deliberazione del Consiglio Comunale n.216 del 29/08/2002, i seguenti criteri generali:

 

– effettiva realizzazione dell’iniziativa;

 

– documentato sbilancio con riferimento ad entrate e spese inerenti al progetto finanziato; in caso di riduzione delle attività previste, il contributo viene ridefinito in proporzione.

 

Negli scorsi anni 2010 e 2011 il nostro settore servizi Sociali è stato in grado di emanare un bando pubblico per l’erogazione di fondi ad associazioni di volontariato, cosa che non è stata possibile replicare nel 2012, per l’incertezza dei fondi ed i tagli governativi, i fondi sono stati messi nella nostra disponibilità il 27 dicembre 2012, e solo quelli strettamente necessari per le attività seguite direttamente dai nostri servizi.

 

Tra gli obiettivi del 2013 dei Servizi Sociali ci sarà la costruzione di una regolamento dei servizi socio-assistenziali e come da nostra prassi sarà ampiamente valutata dalle competenti commissioni del Consiglio Comunale e dai tavoli della partecipazione nei quali saranno presenti tutti i soggetti interessati ed impegnati nel nostro territorio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>