“Imu e Tares, a Pesaro nessun aumento”

di 

11 gennaio 2013

L'assessore Antonello Delle Noci

L'assessore Antonello Delle Noci

PESARO – La direzione Confesercenti della Provincia di Pesaro e Urbino ha incontrato questa mattina l’assessore al Bilancio del Comune di Pesaro Antonello Delle Noci per fare il punto, o almeno provarci, sull’applicazione delle aliquote di Imu e Tares. Nel corso dell’incontro i responsabili Confesercenti hanno anticipato l’azione che l’associazione promuoverà verso l’Anci regionale affinché nell’applicazione della Tares vengano prese in considerazione le esigenze e le opinioni delle imprese. Nello specifico, Confesercenti ha chiesto cautela nell’imposizione delle tariffe e l’applicazione al minimo della maggiorazione che la legge prevede come corrispettivo per i servizi indivisibili che il Comune fornisce e che costituiranno una parte della nuova Tares. E la risposta del Comune è stata positiva.

“Da parte del nostro Comune non ci saranno aumenti – ha affermato con forza l’assessore Antonello Delle Noci permettendo, così, a tutti di tirare un sospiro di sollievo – Non aumenteremo, come qualcuno ha paventato, il punto percentuale di Imu sulle attività produttive che abbiamo tagliato lo scorso anno ed applicheremo i 10 centesimi al metri quadri di Tares che ci spetterebbero soltanto, e ribadisco soltanto, se riusciremo ad abbassare i costi della copertura industriale della vecchia Tia andando dunque a parificare le percentuali senza gravare sui cittadini. Se non ci sarà possibile fare questa operazione, non interverremo in alcun modo sull’aumento”.

Se la questione Imu sembra orami essere chiara nonostante le difficoltà e la confusione iniziali, non è invece ancora operativo il regolamento governativo sulla Tares e, per tanto, restano oscuri alcuni punti non secondari come la responsabilità della riscossione. “Per cittadini, commercianti e artigiani, l’applicazione della Tares inciderà comunque sull’aumento totale della tassazione – spiega il direttore Confesercenti Roberto Borgiani – perché la questa nuova tassa prevede un aumento di 30 centesimi al mq sulle tariffe già esistenti di Tia o Tarsu. E questo al di là e al di sopra delle volontà dei comuni. Riteniamo però estremamente importanti le dichiarazioni odierne dell’assessore Delle Noci dalle quali risulta chiaro che il Comune non applicherà ulteriori aumenti alla tariffa a copertura del bilancio 2013. Ed è rassicurante, soprattutto dopo la battaglia che ha visto Confesercenti in prima linea lo scorso anno, anche aver scongiurato il nuovo rialzo delle tariffe Imu per commercianti ed artigiani”.

“Non saremo in grado – aggiunge il responsabile Affari Generali di Confesercenti, Alessandro Ligurgo, presente all’incontro – di stabilire le modalità definitive di pagamento della nuova Tares finché non ci sarà un regolamento attuativo. In ogni caso il pagamento della tassa, entrata in vigore già dal 1 gennaio di quest’anno, è previsto per il mese di aprile. Abbiamo comunque stabilito un dialogo positivo con l’amministrazione comunale e questo ci permette il confronto diretto anche sulle questioni tecniche tanto che già alla fine di gennaio dovremmo riuscire ad incontrarci per un tavolo operativo che metta al primo posto l’esigenza di non gravare ulteriormente su imprese e famiglie”.

Uno sguardo alle tariffe:

– la maggiorazione secca che verrà riscossa dallo Stato centrale (0,30 euro al mq) sul territorio comunale di Pesaro con l’introduzione della Tares ammonterà in totale a circa 1 milione e 500mila euro

– gli 0,10 euro che potrebbero essere applicati dal Comune permetterebbero all’ente di incassare circa 500.000 euro in totale, ma soltanto a fronte di un taglio di altrettanti 500.000 euro nella copertura industriale prevista dalla vecchia Tia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>