La Nuova Montesi apre il 2013 con una vittoria: 3-0 all’E3 Borgovolley Fano

di 

11 gennaio 2013

NUOVA MONTESI PESARO – E3 BORGOVOLLEY FANO 3-0
NUOVA MONTESI PESARO: Buonanno, Messa F., Balestrieri, Gabbani, Messa M., Conti, Giuliani, Paoletti, Renzi, D’Urso, Salsiccia, Laise (L1), Battisti (L2). All. Antonini
E3 BORGOVOLLEY FANO: Arceci, Camillini, Cecchi, Fatica, Montesi, Perelli, Romani, Rupelli, Spadoni, Speranzini, Tonelli, Marcellusi (L1), Amati (L2). All. Amadei
ARBITRO: Lodovici
PARZIALI: 25-18, 25-20, 25-16

 

PESARO – Dopo la pausa natalizia, riprendono le partite ufficiali della Nuova Montesi Pesaro. La prima squadra a scendere in campo è la Prima Divisione di Massimo Antonini, capolista con una sola sconfitta in stagione. Di fronte il Borgovolley Fano, avversario sulla carta poco temibile.

Il match ci mette un po’ ad ingranare, alle due squadre serve tempo per aggiustare la mira in battuta. Tanti infatti gli errori dai nove metri da una parte e dall’altra. La prima fiammata dell’incontro è della Montesi e porta la firma del capitano Renzi. La sua battuta in salto rimane anche nell’anno nuovo un’arma molto efficace per i pesaresi che con un solo break si aggiudicano il primo parziale. Quando Renzi termina il suo turno di battuta gli ospiti sono sotto di quattro punti (15-11) ma non hanno le capacità per spostare l’ago della bilancia della partita che pende inesorabilmente verso Pesaro.

Il secondo parziale è a rischio noia solo nella parte iniziale. Al via la Montesi si porta subito sul 4-0 e Fano continua ad avere carenze in attacco. Anche a muro gli ospiti non brillano, soprattutto in zona tre e i due centrali pesaresi Buonanno e D’Urso non possono che approfittarne. Amadei prova qualche cambio e azzecca subito una mossa inserendo Rupelli. Lo schiacciatore fanese con i suoi mani fuori insidia pericolosamente il vantaggio della Montesi che si assottiglia proprio quando i locali erano pronti a dare il colpo di grazia. Sul 21-19 sembra quasi che gli ospiti siano in grado di rientrare in partita, ma una battuta sbagliata e permette ai pesaresi di riprendere in mano il pallino del gioco e chiudere il match.

Nel terzo parziale Amati continua a cambiare, ma l’effetto dura poco. Dall’1-4 iniziale la Montesi ritrova subito il vantaggio (5-4) e con l’ennesimo allungo sul 13-7 fa calare il sipario sull’incontro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>