Clamoroso a Sassari: il Montepaschi perde di 30

di 

15 gennaio 2013

PESARO – Clamoroso a Sassari: il Montepaschi Siena, reduce da esaltanti prestazioni sia in Eurolega, crolla sotto le triple del Banco di Sardegna e del suo capitano Manuel Vanuzzo. A memoria, non si ricorda una sconfitta così pesante per i sette volte campioni d’Italia, padroni dello scudetto da sei stagioni consecutive. Eppure il 96-66 finale poteva essere addirittura più pesante, se è vero che la squadra di Sacchetti ha condotto di 36 lunghezze. Super il contributo che Sacchetti ha avuto dalla panchina (41 punti). Per Travis Diener 12 assist. 10 i punti di Daniel Hackett.

Scavolini

Clemente in maglia Vuelle (foto Fraternale Meloni): anche a Venezia tanta panchina

Con la disputa della sfida tra le due seconde in classifica, va in archivio anche l’ultima giornata di andata del campionato di serie A.

In virtù del risultato maturato sul parquet del PalaSerradimigni, questi gli accoppiamenti dei quarti di finale della Coppa Italia, in programma dal 7 al 10 febbraio sul parquet del Forum di Assago:

Cimberio Varese – EA7 Emporio Armani Milano
chebolletta Cantù – Acea Roma
Montepaschi Siena – Trenkwalder Reggio Emilia
Banco di Sardegna Sassari – Enel Brindisi

Le partite di domenica, oltre a fare registrare il risultato più atteso, il ritorno alla vittoria della Scavolini Banca Marche, hanno ribadito l’eccellente stagione dei fratelli Cinciarini, che peraltro hanno concluso la serata con stati d’animo opposti. Daniele

Andrea ha trascinato la Trenkwalder alla vittoria, più facile del previsto, sulla Juve Caserta, reduce da un periodo molto felice. Il playmaker pesarese della squadra reggiana ha chiuso con 14 punti in 33 minuti, 5/8 al tiro da 2 e 4/6 dalla lunetta, 6 rimbalzi equamente divisi, 1 stoppata data, 6 assist e 22 di valutazione, il migliore in campo. Particolare curioso, nella sconfitta della Sutor contro l’Acea Roma, Daniele ha totalizzato la stessa valutazione del fratello, avendo realizzato 23 punti con 6/7 da 2, 2/7 da 3, 5/6 ai liberi e 4 assist; senza alcun dubbio il migliore in campo con il “romano” Lawal.

Splendida domenica per un altro pesarese, Gigio Gresta, allenatore della Vanoli Cremona che ha espugnato Biella con un risultato clamoroso (59-92) che ha fatto felice se stesso ma anche i tifosi pesaresi.

A proposito di pesaresi, anzi di ex, solo tanta panchina per Denis Clemente nella vittoria di Venezia a Varese, con Dušan Šakota che ha realizzato 9 punti. 4 i punti, con 6 rimbalzi, per Marco Cusin nel successo di Cantù sulla Virtus Bologna. 12 punti con 3/5 da 3, 1/2 da 2 e 4 assist per Marques Green nella vittoria di Milano a Brindisi che ha consentito a Scariolo di battere l’amico Santi Puglisi e di guadagnare la qualificazione alle finali di Coppa Italia; zero punti per Robert Fultz.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>