Torelli capitano Azzurro in finale con la Romania

di 

17 gennaio 2013

PESARO – Sarà una dolce assenza quella di Alberto Torelli, sabato, in occasione dell’anticipo con l’Amiterninaa (ore 14, per permettere la diretta della partita su RaiSport): il centrocampista pesarese, classe ’95, che il Corriere dello Sport oggi rilanciava come vicino alla Juventus insieme al compagno di squadra Ridolfi (ribadito poi anche su Sky Sport, da Maurizio Compagnoni, come oggetto dei desideri della Juve)  sabato mattina giocherà la finale del Torneo Internazionale Roma Caput Mundi con la fascia di capitano dell’Under 17 dell’Italia. Poco fa, infatti, gli azzurrini ha guadagnato la finale battento per 4-0 i pari età della Russia. Per Torellino è stata la terza partita in tre giorni con la fascia da capitano.

Italia Under 17

Torelli esulta con la Nazionale U17: è finale! (foto tratta da Fb)

In finale affronteranno la Romania, campione in carica, che nel girone B ha sbaragliato la concorrenza della Cr Lazio di Giuliano Giannichedda. Non accadeva dal 2009, quando gli azzurrini della Lega Nazionale Dilettanti, allora guidati da Roberto Polverelli, conquistarono anche il trofeo battendo l’Inghilterra allo stadio Flaminio di Roma (1-0, rete di Provaroni). Stavolta è toccato ai ragazzi di Giancarlo Magrini ottenere l’ambito pass grazie ad una prova di qualità e quantità contro la Russia, ultimo ostacolo da superare prima dell’epilogo della manifestazione, battuta per 4-0 sul sintetico di Artena. Dopo le buone prestazioni contro Grecia e Albania, la squadra ha disputato la terza gara della fase a gironi senza sbavature, soffrendo forse solo per i primi dieci minuti del match, giusto il tempo di prendere le misure ai quotati russi, che vantavano tra le proprie fila numerosi giocatori di club professionistici nazionali. In rete per l’Italia ci sono andati quattro giocatori diversi, probabilmente un segno di personalità oltre che di buone doti balistiche. Tocca a Ladu, centrocampista del Portotorres (Serie D) aprire le danze nel primo tempo, raccogliendo un gran servizio di Galelli. Nella ripresa l’Italia dilaga. Le altre marcature portano le firme di Bongermino (Taranto), Galelli (Darfo Boario) e Saba (S.E.F. Torres), anche loro tutte giovani promesse del campionato di Serie D, la categoria regina della Lega Nazionale Dilettanti.

L’Italia affronterà in finale la Romania, nazione che ha vinto per tre volte in sei edizioni il Roma caput Mundi. La sfida si svolgerà allo stadio “Anco Marzio” di Ostia, con calcio d’inizio alle ore 10. Una finale che ha “rischiato” di trasformarsi in un insolito derby tra selezioni della Lega Nazionale Dilettanti. Infatti l’Italia, rappresentata dagli under 17 di Giancarlo Magrini e dagli juniores del Comitato Regionale Lazio guidati da Giuliano Giannichedda, ha accarezzato per ottanta minuti il sogno di un epilogo tutto tricolore. Sicuramente meno internazionale rispetto ai fondamenti della competizione, ma certamente avvincente e carico di orgoglio per la casa madre dei Dilettanti.

RUSSIA-ITALIA 0-4

RUSSIA – Shutov, Selezov (dal 1’st Volodin), Britaev, Kunduev, Sharikov, Barmotkin (dal 27’pt Vakhitov), Galyamov (dal 28’st Trubnikov), Lukin, Goncharov, Ilyenko (dal 33’pt Pavliuk), Shestak (dal 1’st Karpuskin); a disp. Semenko, Pattsev; All. Makarov

ITALIA – Medioli (Fidenza) dal 21’st Berti (San Giovanni Valdarno), Barbieri (Ostiamare), Tuniz (Sandonajesolo), Crocchianti (Nuova Tor Tre Teste), Carminucci (Sambenedettese) dal 21’st Boni (Solbiasommese), Ladu (Portotorres) dal 25’st Santandrea (Imolese), Torelli (Vis Pesaro), Bongermino (Taranto) dal 26’st Boschi (Imolese), Lima (Lucchese), Galelli (Darfo Boario) dal 29’st Bottino (Fidentina), Saba (S.E.F. Torres); a disp. Angelucci (Sporting Terni)

Arbitro: Ragone di Ciampino

Reti: 26’pt Ladu (I), 9’st Bongermino (I), 15’st Galelli (I), 28’st Saba (I)

Note: indisponibile Canestri (Villabiagio) squalificato. Ammoniti Carminucci, Torelli e Lima (I), Britaev (R).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>