Restauro dell’Oratorio di S. Giovanni, a breve il bando

Palazzo Ducale Urbino

Lo splendido palazzo Ducale di Urbino

URBINO – A breve sarà redatto il bando di gara per assegnare l’esecuzione dei lavori di restauro e consolidamento dell’Oratorio di S. Giovanni di Urbino. L’Ufficio Tecnico del Comune di Urbino ha realizzato il progetto, in collaborazione con la proprietà dell’Oratorio S. Giovanni (Confraternita) e la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici delle Marche di Urbino. Per l’intervento è stato ottenuto un finanziamento di circa 428 mila euro provenienti dai fondi dell’Otto per Mille. Il progetto era stato inviato a suo tempo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per richiedere l’ammissibilità al finanziamento, e avuto esito positivo è stato approvato dalle competenti Soprintendenze.

L’intervento comprende quindi anche il restauro dell’importante ciclo di affreschi di Lorenzo e Jacopo Salimbeni, uno dei massimi capolavori del gotico cortese nelle Marche e testimonianza più significativa della pittura italiana tardogotica. Il ciclo con le storie della vita di S. Giovanni Battista, oltre a delineare la personalità pittorica dei due fratelli, in perfetta comunione di lavoro fra loro, acquisisce anche un pregnante significato storico documentario, grazie alla galleria di personaggi che nel percorso narrativo spiccano tra la folla degli astanti, personaggi non appartenenti ad un mondo ideale, ma ritratti di protagonisti della realtà di quel tempo, di un microcosmo di provincia.

Globalmente si prevedono dei lavori che coinvolgeranno le strutture murarie, la copertura, la rimozione degli impianti dimessi, la creazione di un adeguato sistema di regimentazione delle acque superficiali e, come detto, il restauro degli affreschi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>