Corruzione? Per 3 marchigiani su 4 è un problema

di 

22 gennaio 2013

PESARO – La corruzione nelle Marche? Un problema “rilevante” per 3 cittadini su 4. Sigma Consulting ha sondato le opinioni dei marchigiani rispetto al tema della corruzione e del malaffare. Negativo lo scenario tracciato dal campione interpellato: la corruzione è diffusa a tutti livelli, dalle istituzioni locali a quelle europee. Prevale però l’idea che in fondo la situazione marchigiana sia meno compromessa che altrove. La visione dei marchigiani rispetto alla diffusione del fenomeno corruttivo assume contorni molto negativi; il campione interpellato afferma che il livello di corruzione delle istituzioni è elevatissimo. Su tutti gli ambiti istituzionali indagati la maggioranza degli intervistati percepisce la corruzione come un tema ‘molto’ o ‘abbastanza’ rilevante.

Alberto Paterniani della Sigma Consulting (l’istituto di ricerca che ha condotto lo studio) chiarisce il quadro: “La percezione è molto negativa e cresce passando dall’ambito locale a quello nazionale. Ma, come spesso avviene quando si rilevano questo genere di opinioni, va considerata anche l’influenza della stretta attualità: il clima di antipolitica dilagante e gli ultimi scandali (Lazio e Lombardia su tutti) hanno fatto sentire tutto il loro effetto.”

 

La corruzione è ovunque. Nelle Marche rappresenta un problema rilevante per il 75% dei cittadini

Clicca per ingrandire

 

Corruzione nella Marche? Si ma meno che altrove!
Con riferimento alla Regione Marche, il 75% dei cittadini ritiene che anche nella propria regione la corruzione rappresenti un tema rilevante ma in misura molto inferiore rispetto a quanto non si riscontri in altre regioni italiane; lo pensa il 61% degli interpellati a fronte di un 28% che percepisce pari livelli di corruzione e di appena un 8% che giudica lo scenario marchigiano peggiore di quello di altre regioni.

Clicca per ingrandire

 

La classifica delle istituzioni più corrotte
Il sondaggio ha anche rilevato quali siano le istituzioni più corrotte. “Secondo i marchigiani – continua Alberto Paterniani – politica e pubblica amministrazione nazionale sono gli ambiti più colpiti dalla corruzione (rispettivamente il 98% e il 95%) mentre ad un livello inferiore, ma sempre elevato, si collocano l’ambito regionale politico-amministrativo (86% il primo, 85% il secondo) e quello sanitario (82%)”.

 

Clicca per ingrandire

 

I cittadini chiedono più trasparenza, pene più severe e meno collusione
In merito alle azioni da intraprendere per combattere il fenomeno della corruzione, il tema più ricorrente è rappresentato dalla richiesta di ‘maggior trasparenza nel modo di spendere il denaro pubblico’, istanza dichiarata dal 56% degli interpellati; poi l’’inasprimento delle pene per i corrotti’ (42%) e la ‘riduzione dei legami tra politica e affari’ (40%). “Emerge dunque – continuano da Sigma Consulting – una domanda di maggior legalità (aspetto confermato anche dal 35% di intervistati per i quali sarebbe sufficiente ‘applicare le leggi che già esistono’) e di maggior trasparenza, soprattutto per quel che riguarda l’accesso al denaro pubblico”. Pronti a una rivoluzione culturale! Su chi debbano essere i protagonisti di questa guerra alla corruzione, i marchigiani hanno le idee molto chiare: “da una parte chiamano in causa il Governo (41%), che deve garantire trasparenza e legalità attraverso l’esercizio del suo potere esecutivo, dall’altra coinvolgono essi stessi (33%) per affermare l’dea che la corruzione, lungi dal rappresentare un destino ineluttabile, può essere sconfitta barattando la cultura del privilegio e della prevaricazione con la cultura del giusto, del rispetto e della solidarietà partecipe. A ben guardare, un piccolo ma grande segnale di speranza.” Il sondaggio è stato condotto tra il 26 novembre e il 7 dicembre 2102 su un campione telefonico di 702 marchigiani rappresentativi dei residenti e rientra nelle rilevazioni previste dall’Osservatorio sociale sugli orientamenti dei marchigiani, l’unico strumento locale che monitora in modo periodico e continuativo il clima d’opinione e gli atteggiamenti sociali, politici e culturali dei cittadini della Regione Marche. Il documento informativo completo del sondaggio è disponibile su agcom.it mentre il rapporto sintetico può essere richiesto a info@sigmaconsulting.biz.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>