Clandestino spacciava eroina a Fano, Marotta, Mondolfo

di 

23 gennaio 2013

PESARO – Operazione antidroga dei Carabinieri di Marotta: arrestato per “spaccio e ricettazione” un astuto spacciatore tunisino, con il sequestro di 16 dosi di eroina pronte per lo spaccio, della somma di 385 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio, e di un ciclomotore risultato rubato a Senigallia.

Carabinieri Marotta

I carabinieri di Marotta

I militari della stazione di Marotta da diversi giorni stavano monitorando i frequenti spostamenti, prevalentemente tra la stazione ferroviaria di Marotta e il lungomare di Mondolfo nella zona delle Vele, del 25enne pregiudicato tunisino N. S., clandestino e senza fissa dimora, dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti e alla commissione di reati contro il patrimonio. Ai carabinieri non erano sfuggiti gli strani comportamenti dello straniero, soprattutto nel primo pomeriggio, che era solito stazionare con un ciclomotore Aprilia Scarabeo nei pressi del bar della stazione ferroviaria, ove prendeva contatti con svariati giovani assuntori di stupefacenti della zona, per poi spostarsi con loro, anche se con mezzi diversi, in una zona che riteneva probabilmente più tranquilla, quella nei pressi delle palazzine denominate Le vele, situate a ridosso della spiaggia.

A seguito delle indagini i carabinieri avevano appurato che proprio in prossimità della spiaggia il tunisino nascondeva lo stupefacente, che teneva così al sicuro e a portata di mano per eseguire lo spaccio e sfuggire così ad eventuali occhi indiscreti.

L’altra pomeriggio i militari di Marotta hanno posto fine alla sua attività di spacciatore fermandolo subito dopo che aveva spacciato due dosi di eroina ad altrettanti tossicodipendenti di Fano e Mondolfo. I militari lo hanno quindi arrestato con le accuse di “detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti”. Lo stupefacente è stato, pertanto, sottoposto a sequestro unitamente ad altre 14 dosi di eroina che sono poi state rinvenute nascoste in una busta di plastica posizionata sotto una pietra in mezzo alla ghiaia ed alla somma di denaro di 385 euro, che custodiva nel portafoglio, ritenuta il ricavato dell’attività di spaccio svolta nella giornata.

Per il 25enne tunisino si sono aperte le porte del carcere di Pesaro anche per il reato di ricettazione, in quanto il ciclomotore da lui utilizzato è risultato rubato a Senigallia alcune settimane prima. Il mezzo è stato pertanto recuperato per la restituzione al legittimo proprietario.

Nel corso delle verifiche di polizia eseguite dai carabinieri di Marotta diversi giovani sono stati segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo – Prefettura di Pesaro e Urbino, quali consumatori di sostanze stupefacenti, in quanto trovati in possesso di piccole quantità di stupefacenti che detenevano per uso personale, per l’adozione dei provvedimenti amministrativi di competenza, fra i quali la sospensione della patente di guida e la sottoposizione a programma terapeutico riabilitativo.

2 Commenti to “Clandestino spacciava eroina a Fano, Marotta, Mondolfo”

  1. Greta scrive:

    Lungomare di Mondolfo? Mi sa che c’è qualche errore…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>