Volley, la grande serata dei coach italiani

di 

25 gennaio 2013

PESARO – Alle Final Four di Champions League a Istanbul (8-11 marzo) potrebbero partecipare quattro allenatori italiani. Al momento sono sicuramente tre. All’ex pesarese Marcello Abbondanza il compito di fare poker.

Chateau d'Ax Urbino-Villa Cortese, Marcello Abbondanza

Marcello Abbondanza ai tempi di Villa Cortese (foto Marco Giardini)

Così, nella sua stagione più difficile, che segue le amarezze dell’Olimpiade di Londra, la pallavolo femminile italiana ringrazia gli allenatori.

Andati in archivio i playoff a 12, si passa ai playoff a 6 che qualificheranno alle Final Four di Istanbul, con il Galatasaray di Massimo Barbolini, Leo Lo Bianco e Simona Gioli, che attende le altre semifinaliste.

Tutto facile per la Rabita Baku di Marcello Abbondanza, così espansivo a fine gara da rivolgersi alla telecamera con un “Ciao!”. Ora, però, l’attende un compito non agevole, visto che si troverà di fronte la Dinamo Kazan. Fra le azere, le migliori realizzatrici sono state Rabadzhieva e la colombiana Montaño con 13; per l’ex palleggiatrice urbinate Skorupa 3 con 2 ace e 1 muro. Fra le francesi, 14 i punti dell’ex pesarese Centoni 14.

A proposito di ex pesaresi: si sono trovate di fronte, nel Burhan Felek Voleybol Salonu di Istanbul, due giocatrici che sono ancora nel cuore dei tifosi pesaresi: Senna Ušić nell’Ecsaçibasi e Alix Klineman nell’Asystel MC Carnaghi Villa Cortese; con loro anche un’altra ex colibrì, ma anche ex urbinate, Ilaria Garzaro. Il più felice – alla fine – era Lorenzo Micelli, l’urbinate che allena le campionesse di Turchia. Ha vinto, con qualche sofferenza di troppo e pure qualche aiutino degli arbitri, la russa Olga Zakharova e il bulgaro Ignat Mitev, l’Ecsaçibasi. Migliore realizzatrice della partita, con 19 punti (con 2 muri e 4 ace), Alix Klineman; 17 per Caterina Bosetti, 12 per Barun. Fra le turche, 18 Poljak (6 muri), 17 Darnel, 14 Shashkova. Durante un time-out, l’allenatore di Villa Cortese, Gianni Caprara, è stato colto da telecamera e microfono mentre bestemmiava. Un comportamento gratuito, che meriterebbe una presa di posizione della sua società.

Grazie alla vittoria sulla squadra italiana, l’Ecsaçibasi affronterà la Vakifbank, in un derby italiano sul Bosforo.

La Vakifbank di Guidetti ha superato le polacche anche nella gara di ritorno, soffrendo solo nel secondo parziale. Migliori realizzatrici turche Glinka 13, Uslupehlivan 12, Sonsirma Kirdar 10; per l’ex pesarese Fürst 8 (5 muri). Per le polacche 8 Coimbra, 7 Rourke.

Infine, in serata, si è concretizzata la rimonta dell’Unendo Yamamay che ha evitato la beffa subita da Trento, ko al Golden Set dopo avere perso al tie-break in Russia e dominato in casa la Dinamo Mosca. Ma il volley è famoso anche per l’idea – stupida, oltre che antisportiva – che mette sullo stesso piano una sconfitta al quinto set e una vittoria in soli tre parziali. Ora le tricolori se la vedranno con l’Azerrail Baku allenata da Alessandro Chiappini, con in campo Sara Anzanello e l’ex pesarese Manon Flier.

 

I risultati

Rabita Baku – RC Cannes 3-0 (25-19; 25-18; 25-17 in 77 minuti); andata 3-1.

Ecsaçibasi Istanbul – Asystel MC Carnaghi Villa Cortese 3-2 (25-20; 15-25; 25-17; 15-25; 15-9 in 114 minuti); andata 3-1.

Vakifbank Istanbul – Atom Trefl Sopot 3-0 (25-19; 25-23; 25-16 in 73 minuti); andata 3-1.

Unendo Yamamay Busto Arsizio – Schweriner SC 3-1 (25-23; 25-21; 18-25; 25-18 in 98 minuti); andata 3-2. Golden set 15-10 in 17 minuti.

Dinamo Kazan – Dinamo Mosca 3-2 (giocata mercoledì); andata 3-1

Azerrail Baku – Lokomotiv Baku 3-0 (giocata mercoledì); andata 3-0.

 

I playoff a 6

Dinamo Kazan – Rabita Baku (Abbondanza)
Vakifbank (Giovanni Guidetti) – Ecsaçibasi (Lorenzo Micelli)
Unendo Yamamay (Carlo Parisi) – Azerrail Baku (Alessandro Chiappini).
Le vincenti raggiungeranno il Galatasaray di Barbolini alle Final Four.

Giovedì sera è scesa in campo anche l’Universal Modena, che ha disputato la gara di ritorno di Challenge Cup, sconfitta al Golden Set dall’ilbank Ankara. E’ l’ultima partita della squadra modenese, che da domani sparisce definitivamente dal volley italiano.

Va avanti, invece, la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza, che nel turno successivo della Challenge affronterà le francesi de Le Cannet, allenate dall’ex coach Riccardo Marchesi, già campione d’Italia con la Scavolini. Il libero de Le Cannet è la pesarese Lucia Lunghi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>