La Guidi Impianti in Toscana per continuare la striscia positiva

di 

26 gennaio 2013

PESARO – A Piombino per sfatare il tabù della Toscana. La Guidi Impianti Pesaro Rugby domenica sarà di scena in riva al Tirreno per sfidare l’Union Tirreno e tornare a vincere in questa regione. Se è vero che Pesaro ha già vinto a Cecina e Arezzo, è altrettanto vero che le uniche due sconfitte di stagione sono arrivate a Firenze e a Prato.
PESARO Rugby

Nella foto Marco Minardi al placcaggio

Di certo la squadra che i giallorossi si troveranno di fronte questa volta sarà diversa dalle altre due, certamente più tecnica e votata al gioco. E Pesaro non si dovrà illudere che sarà una sfida facile visto che l’Union ricopre il settimo posto con cinque vittorie e sette sconfitte. «E’ un problema che non si pone – spiega la seconda linea giallorossa Marco Minardi – Troveremo una squadra ferita che vorrà far valere il suo valore. Noi sappiamo bene quali forse si trovano in queste situazioni visto il campionato che abbiamo fatto l’anno scorso».

Dalla sua Pesaro avrà il rientro di tanti giocatori, dal capitano, il pilone Galdelli, all’ala Panzieri, al centro Ulissi anche se potrebbe avere qualche problema in mischia con pesanti assenze. La speranza è che possano essere sostituiti da una panchina che al momento pare essere davvero l’arma in più di questa squadra, come spiega il tecnico Insaurralde: «Non pensiamo tanto all’avversario quanto a noi. Abbiamo diversi giocatori che possono sostituire gli assenti e son certo che tutti daranno il massimo contro una squadra che vorrà dimostrare di poter competere ancora con le squadre in vetta alla classifica». Piombino infatti lo scorso anno ha lottato per i playoff poi causa l’addio di qualche giocatore quest’anno pare essersi ridimensionata negli obiettivi: «Sì, ma fanno un bel rugby ed è una squadra capace di punire ogni tua distrazione». Non a caso per questa lunga e insidiosa trasferta la squadra sia partita con un giorno di anticipo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>