Reggiana troppo forte e cinica, PesaroFano ko

di 

27 gennaio 2013

BITECNOLOGY REGGIANA – ITALSERVICE PESAROFANO 6-0 (p.t. 3-0)
BITECNOLOGY REGGIANA: Delmonte, Dudù, Calderolli, Machado, Sgolastra, Ness, Regina, Giardino, Senese, Amarante, Brex, Sestili. All. Checa
ITALSERVICE PESAROFANO: Anselmi, Vitale, Ditommaso, Cujec, Corvatta, Ganzetti, Bracci, Cresto, Sabatinelli, Di Maggio, Fabbroni. All. Osimani
ARBITRI: Alessandro Ferrari (Legnano) e Jacopo Stragapede (Roma 1), crono Riccardo Davì (Bologna)
MARCATORI: 0’30’’ Calderolli (BR), 5’00’’ CAlderolli (BR), 7’00’’ Brex (BR) del p.t.; 7’00’’ Brex (BR), 10’00’’ Machado (BR), 12’00’’ Amarante (BR), 19’00’’ Cresto (PF)
AMMONITI: Calderolli (BR), Sgolastra (BR), Regina (BR), Vitale (PF), Dalle Molle (PF), Sabatinelli (PF)

 

Il giovane dell'Italservice PesaroFano Daniel Cresto (foto Danilo Billi)

Il giovane dell'Italservice PesaroFano Daniel Cresto (foto Danilo Billi)

REGGIO EMILIA – Reggiana troppo forte e troppo cinica, il PesaroFano perde 6-1. Già alla vigilia tutti conoscevano le insidie della trasferta a casa della Bitecnology, compagine che già all’andata, al palaFiera ora Banca Marche Palas, era uscita con una vittoria. Figuriamoci se gli emiliani, lanciatissimi nelle zone alte del girone A di A2, segnano ai primi due tiri in porta o giù di lì.

Pronti-via ed è Calderolli a bucare la porta di Anselmi in ripartenza. Una manciata di minuti e si materializza anche il raddoppio, sugli sviluppi di corner, ancora a firma Calderolli. Quando poi al 7’ Brex timbra il cartellino su azione di fallo laterale, per il PesaroFano è notte fonda. Anche se poi i ragazzi di Osimani ci provano con tutte le loro forze, iniziando a puntare la porta reggiana con una certa continuità. Belle le parate di Delmonte, che in due circostanze è salvato dal palo che risputa i tiri di Jair Dalle Molle. Si va al riposo sul 3-0, frutto anche del cinismo dei locali.

Il vantaggio emiliano si gonfia ulteriormente nella ripresa. Con un Italservice sbilanciato in avanti, alla ricerca di riaprire il match, la Bitech segna con ancora con Brex, con Machado e con Amarante. Il punto della bandiera dell’Italservice, che comunque tiene il pallino, è di Daniel Cresto (nella foto Danilo Billi), alla prima rete in maglia biancorossa-granata, il quale supera l’estremo avversario con una bella “puntata” sotto la traversa, a coronamento di un’azione di squadra degna di nota.

Finisce 6-1 per la Reggiana ma in casa PesaroFano, al di là della comprensibile delusione, non vanno fatti drammi. Anche perché i risultati dagli altri campi non hanno cambiato più di tanto la situazione di una classifica al momento tranquilla ma non tranquillissima. E sabato prossimo altra trasferta, a casa dell’Aosta che precede i ragazzi di Osimani di sei punti. Ulteriori info su www.pesarofano.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>