Vis, sarebbe zona playoff. Ancona, sarebbe un disastro

di 

28 gennaio 2013

PESARO – Cosa rischia  l’Ancona? Tantissimo. Praticamente tutto. Fino a 5 di penalizzazione in classifica: tre punti nel caso in cui il Giudice Sportivo decretasse lo 0-3 a tavolino più un punto per ogni partita in cui Bellucci è sceso in campo (fino a un mese addietro). Entro la prossima settima, probabilmente, il verdetto del Giudice Sportivo dopo il reclamo che la Vis Pesaro ha effettuato sulla base dell’articolo 117 comma 4 delle Noif.

Vis Pesaro-Isernia, la rabbia di Bellucci a fine partita

Bellucci con la maglia della Vis contro l'Isernia nella passata stagione insieme a Ridolfi. Foto Giardini

Ovvero: Il calciatore non professionista che nel corso della stessa stagione sportiva stipuli un contratto da professionista e ne ottenga – per qualsiasi ragione – la risoluzione, non può richiedere un nuovo tesseramento da non professionista fino al termine della stagione sportiva in corso”. A Leonardi non è sfuggito e ha atteso l’esito del derby per dirlo ai suoi (che erano all’oscuro) e fare ricorso.  L’Ancona, che ha ricevuto lunedì mattina per conoscenza il ricorso già inoltrato dalla Vis Pesaro alla Fig, studierà le carte per preparare la propria linea difensiva, entro mercoledì, affidata all’avvocato Francesco Baldini, vicepresidente del club dorico.

A questo punto, in ottica dorica, c’è da benedire il fatto di aver saltato, almeno, la trasferta di Celano per neve (l’Ancona la giocherà questo mercoledì, lasciando a casa Bellucci per non rischare). Impossibile, invece, il ricorso della Maceratese che, come ha fatto la Vis, avrebbe dovuto inoltrare il reclamo entro tre giorni successivi alla partita persa 4-1 al Del Conero. Non solo: l’Ancona rischia anche una sanzione economica, l’inibizione del presidente, del legale rappresentante e la squalifica di Bellucci che, a questo punto, potrebbe non giocare più fino a giugno. Una ripicca? La Vis parla solo di regolamento e che, in quanto parte lesa (Bellucci, lo ricordiamo, si era liberato a costo zero per salire tra i Pro col Teramo), aveva tutti gli interessi di questo mondo a renderlo noto. Chiaro che, i rapporti tra il giocatore e Leonardi, uniti allo sgarbo nel tesseramento dell’under Streccioni e alla mancata divisione dell’incasso di Coppa Italia, hanno deteriorato i rapporti accendendo la miccia. Altrettanto chiaro che, una cosa così, difficilmente non avrà ripercussioni tra gli ambienti di Vis e Ancona nelle prossime stagioni.

La classifica vedrebbe un notevole cambiamento in zona playoff: la Vis agguanterebbe l’Olympia Agnonese al quinto posto, con tre scontri diretti su 4 da giocare in casa (San Cesareo, O.Agnonese, Sambendettese in casa, Termoli fuori) mentre l’Ancona retrocederebbe a 32 in settima posizione e con la prospettiva di giocarsi il restante campionato senza Bellucci.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>