Comune, Provincia e studenti non dimenticano

di 

30 gennaio 2013

PESARO – Per non dimenticare. Questa mattina, nel salone Metaurense di palazzo Ducale a Pesaro, si è tenuta una seduta congiunta del Consiglio comunale e provinciale per celebrare la giornata della memoria del 27 gennaio.

Autorità alla seduta congiunta del Consiglio provinciale e comunale

Autorità alla seduta congiunta del Consiglio provinciale e comunale

Al Consiglio erano anche presenti tutti gli studenti delle scuole superiori di Pesaro e del Volta di Fano (quasi 300), che con canti, musiche e momenti di recitazione hanno dato testimonianza e valore al ricordo della Shoah.

Ad aprire il Consiglio è stato il presidente del Consiglio comunale di Pesaro Ilaro Barbanti che ha sottolinea come “questa giornata è stata organizzata con lo scopo di abbattere il muro del silenzio e dell’indifferenza, verso il ricordo dell’Olocausto, che ancora oggi è molto forte. Per non cadere nella ritualità si è data responsabilità ai ragazzi, facendoli diventare attori e protagonisti della giornata in modo da offrire con la loro sensibilità il proprio contributo”.

“Tutto questo – ha continuato Barbanti – nella speranza che l’iniziativa contribuisca a mantenere alto il livello di guardia nei confronti del rifiorire delle culture dell’odio e della distruzione, che non sono mai manifeste, ma scorrono sotterranee come i fiumi carsici, ma che ogni tanto riesplodono all’esterno con violenza”.

Dopo il presidente è intervenuto lo storico Paride Dobloni, che con il supporto d’immagini ha ripercorso per tappe la Shoah, offrendo suggestioni e spunti storici anche sulla deportazione degli italiani.

Al termine sono state consegnate medaglie ai sopravvissuti dei campi di concentramento e ai reduci di guerra.

L’assemblea è terminata con esibizioni degli studenti in vari campi: dalla musica alla lettura, alla recitazione e ai canti, che hanno toccato le corde dell’emozione e creato empatia con tutti i presenti.

Tags: , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>