Il cuore del pilota Lucchetti batte per gli animali

di 

30 gennaio 2013

PESARO – Un successo davvero travolgente quello ottenuto domenica 27 gennaio nel corso della serata organizzata presso il ristorante “Big Ball” di Pesaro dal pilota pesarese Giacomo Lucchetti, dal suo manager Giampiero Raffaelli e dal titolare del locale Simone Scaglioni. Un’occasione in cui i tanti amici e sostenitori del pilota pesarese hanno trascorso alcune piacevoli ore avvolti in una divertente e coinvolgente atmosfera preparata ad arte dal mitico “Simo”.

Nemmeno a dirlo, presenti sul palco appositamente allestito, le due “prime donne” della serata ovvero le bellissime ”Aprilia 250cc. GP”, con cui Giacomo in questi anni ha colto numerosi successi, e la “Guzzi MGS-01 Corsa” che in maniera estremamente esplicita ha voluto simboleggiare le bellicose intenzioni di Giacomo e Giampiero nel puntare al debutto in “Superbike” già in questo 2013.

A dir poco fantastica la nuova livrea ufficiale sulla quale spicca l’immagine di “E.N.P.A. – Ente Nazionale Protezione Animali” di cui Giacomo dal 2012 è divenuto testimonial per il settore motociclistico.

La serata è stata l’occasione per presentare un importantissimo progetto alla cui realizzazione il centauro pesarese sta lavorando senza sosta.

“Cuori in Corsa, questo è il nome dell’iniziativa, che nasce dall’infinito amore e dal rispetto che fin da bambino nutro nei confronti degli animali – ha rivelato lo stesso Giacomo Lucchetti – Il progetto prevederà la promozione di diverse campagne di sensibilizzazione contro la vivisezione, contro l’importazione di pelli e pellicce dai paesi asiatici, contro l’utilizzo degli animali da laboratorio, contro l’abbandono e tanto altro. Un progetto che, come il suo nome, nasce dal cuore e corre velocissimo all’attenzione di quelle fasce sociali meno sensibili e meno attente con l’intento di denunciare e soprattutto risolvere la gravità di queste tristissime tematiche”.

Ma anche un progetto ad altissimo valore mediatico che Giacomo cercherà di divulgare non solo in pista…
“Lo scorso 18 dicembre abbiamo ufficializzato la collaborazione con “E.N.P.A. – Ente Nazionale Protezione Animali” durante la 7^ edizione de “Il Dono dell’Umanità”, importantissima manifestazione tenutasi presso l’auditorium della Regione Lombardia alla presenza del Presidente Nazionale “E.N.P.A.” On. Carla Rocchi e di numerose autorità istituzionali e giornalistiche. A seguito di ciò, nel corso di febbraio sigleremo importanti accordi con le produzioni di alcuni popolari format televisivi riguardanti la partecipazione della nostra moto in varie trasmissioni creando così un forte impatto mediatico a sostegno del nostro messaggio”.

Vegetariano da ben 14 anni e quindi “orfano” della più tradizionale cucina “casareccia” preparata dalle sapienti mani di una nonna meravigliosa, maestra dell’arte culinaria e nella realizzazione di cappelletti, tortellini, tagliatelle e tanto altro di cui Giacomo era (e lo sarebbe ancora..!!) estremamente goloso, quando gli si domanda il perché di questo drastico cambiamento alimentare, lui risponde semplicemente: “Amo davvero gli animali dunque non li uccido e non li mangio”.

Una serie di curiose caratteristiche che hanno fatto del pilota pesarese un vero e proprio personaggio all’interno del suo ambiente ponendolo continuamente all’attenzione degli addetti: “Forse grazie anche a questa specie di barboncino che fin dalla nascita mi ritrovo al posto dei capelli…”, dice lui.

Doti comunicative che metterà a disposizione di “E.N.P.A. – Ente Nazionale Protezione Animali” e dei supporter che lo accompagneranno in questa fantastica iniziativa.

“Per la realizzazione di questo progetto devo innanzitutto ringraziare tutte le persone e gli amici che non hanno mai smesso di credere in me supportandomi con estrema fiducia anche in momenti estremamente duri e difficili.

Avere vicino un amico vero come Giampiero mi permette di guardare al futuro con un’ottica assai positiva ed ottimista”.

Pilota specialista della classe “250cc. Grand Prix”, il simbolo portafortuna sempre presente sulla grafica del suo casco fin dagli esordi in minimoto è rappresentato da uno degli animali più a rischio di estinzione: il panda.

Aggressivo in pista quanto determinato nel supportare le varie campagne animaliste, Giacomo Lucchetti unisce queste due ragioni di vita nel corso di ogni sua giornata da “civile” ed ogni qualvolta scende in pista in sella alla sua moto supportato dalle magnifiche persone che compongono il suo staff tecnico.

“Spero davvero che questo progetto al quale sto lavorando ininterrottamente da ormai un anno possa davvero rendersi utile alla causa animalista e spero di poter confermare tutto ciò alquanto prima, magari in un’altra bellissima serata sempre qui al Big Ball del mio amico Simo”.

 

LE FOTO DELLA SERATA

 

Tags: , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>